Quali prodotti naturali usare per trattare i parassiti?

Ci sono prodotti naturali che si possono usare per trattare i parassiti


Sei un fan dell’agricoltura biologica? Anche se non lo siete, se coltivate il vostro cibo o parte di esso , è interessante usare prodotti naturali per trattare i parassiti quando è necessario.


Ma quali usare e come? Sapone di potassio, olio di neem… ce ne sono molti! E, no, non tutti si usano per risolvere gli stessi problemi, ma se ne possono trovare due o più che funzionano contro un parassita specifico. Diamo un’occhiata più da vicino.

Quali prodotti naturali sono raccomandati per trattare i parassiti?


Olio di neem


L'olio di neem è un buon insetticida naturale.


L’olio dell’albero di Neem è un olio (la ridondanza è ridondante 🙂 ) che proviene dai semi della specie Azaradichta indica, che è un albero originario dell’India e della Birmania che raggiunge un’altezza fino a 20 metri. È un insetticida potente ed efficace molto facile da usare che eliminerà i parassiti che hanno le vostre coltivazioni, e le terrà protette.

Articolo correlato:Previeni le tue piante dai parassiti con l’olio di Neem

Contro quali parassiti usarlo?


È buono contro tutti i parassiti più comuni: cocciniglie, afidi, mosca bianca, tignola della frutta, falene, acari, tripidi.


Come si usa?


Diluire 1 ml di olio di neem in un litro d’acqua e applicare con uno spruzzatore fogliare (foglie).


Compralo qui.


Estratto di equiseto


L'estratto di equiseto è usato come fungicida.


L’equiseto è una pianta che, oltre ad essere molto decorativa e facile da curare se si ha molta acqua, se ne estrae un liquido che, mescolato con tansy, assenzio, cipolla e humus, fa un buon repellente contro i funghi

.

Contro quali parassiti si usa?


Nessun parassita, ma previene e tratta le malattie fungine come la muffa, l’oidio, la monilia, la ruggine, la macchia fogliare e la septoria del pomodoro.


Come si usa?


Diluire tra 20 e 50 ml di prodotto in un litro d’acqua e applicare ogni 2-3 settimane come preventivo o ogni tre giorni come curativo.


Compralo qui.


Estratto di ortica


L'estratto di ortica è efficace contro gli afidi


Formulato con un estratto acquoso di ortica (Urtica dioica) e un estratto alcolico di crescione (Nasturtium officinalis), è un buon repellente di parassiti e microrganismi che causano malattie, poiché rafforza le difese della pianta indurendo le sue pareti cellulari

. Inoltre, e a seconda di quanto è diluito, aiuta i semi a germinare più velocemente, o ad avere una crescita migliore.

Contro quali parassiti usarlo?


È raccomandato come repellente contro gli afidi, il ragnetto rosso e la muffa.


Come si usa?


Dipende da quello che ti serve:



  • Non diluito: accelera la decomposizione del compost.

  • Diluito 10 volte: previene gli afidi e il ragnetto rosso.

  • Diluito 20 volte: previene la muffa e la clorosi, oltre a servire come stimolante per semi e piante.

La soluzione viene diluita in 1 litro d’acqua e applicata con uno spruzzatore sulle foglie o sul terreno.


Compralo qui.


Sapone di potassio


Il sapone di potassio è un insetticida naturale.


Conosciuto anche come soluzione di potassio, è un insetticida biodegradabile composto da idrossido di potassio, olio (di girasole, d’oliva, pulito o filtrato e riciclato) e acqua. Ha il vantaggio di agire per contatto

, vale a dire che rimane sulla superficie degli steli, delle foglie o dovunque debba essere applicato, della pianta. Questo rende molto più facile per noi trattarli contro i parassiti, dato che sarà necessario solo applicarlo su di loro. Inoltre, non è dannoso per l’ambiente; infatti, può essere riutilizzato come fertilizzante perché quando si decompone rilascia carbonato di potassio, che serve come aiuto extra per crescere in modo sano.

Articolo correlato:A cosa serve il sapone di potassio?

Contro quali parassiti usarlo?


È indicato soprattutto per afidi, ragnetto rosso, mosca bianca e cocciniglia

. È anche valido come fungicida (contro i funghi) quando la malattia sta causando problemi minori alla pianta.

Come usarlo?


Basta diluire tra l’1 e il 2% di sapone di potassio in acqua e applicarlo con uno spruzzatore.


Compralo qui.


Quali misure si possono prendere per evitare di avere dei parassiti?


Evitare di comprare piante malate


Gli insetti che causano parassiti sono sempre lì, in agguato, in attesa della minima opportunità di nutrirsi delle piante che non stanno facendo del loro meglio. Durante la primavera, e specialmente l’estate, è quando li vedremo di più. Tuttavia, ci sono diverse cose che possiamo fare per tenerli abbastanza lontani:



  • Mantenete le vostre piante ben annaffiate e concimate: tenete presente che di più non è sempre meglio, ma piuttosto il contrario in questi casi, perché ci potrebbe essere un rischio di sovradosaggio. Se non volete che le loro radici e foglie si brucino o si secchino, annaffiatele regolarmente e seguite le istruzioni sulla confezione del fertilizzante per mantenerle belle.

  • Non bagnare le foglie e i fiori quando si innaffia: non possono assorbire direttamente l’acqua, e infatti se vengono tenuti bagnati troppo a lungo muoiono letteralmente per soffocamento perché i pori sulla loro superficie si chiudono, e la stessa cosa succede alle radici quando li metti in un sottovaso che è quasi sempre pieno. Non dimenticare mai di rimuovere l’acqua in eccesso dal sottovaso 20-30 minuti dopo l’innaffiatura.

  • Tenere le piante malate separate dalle altre: per evitare che parassiti o malattie si diffondano a quelle sane.

  • Non comprare piante malate: per lo stesso motivo menzionato prima. Se hanno dei parassiti o hanno un brutto aspetto, è meglio lasciarli al vivaio.

  • Utilizzare substrati nuovi: non è consigliabile riutilizzarli come terreno per le piante in vaso (possono essere utilizzati in giardino, in una zona dove non c’è nulla di piantato), poiché il rischio di infezione è molto alto.

  • Disinfettate gli attrezzi da potatura prima e dopo l’uso: in questo modo manterrete le vostre piante protette.

  • Non esitare a usare prodotti chimici quando il parassita è diffuso: adottare le misure di sicurezza necessarie, come indossare guanti di gomma, applicarli solo in giorni non ventosi e se non è prevista pioggia, e seguire alla lettera le loro indicazioni. Perché? Beh, i prodotti naturali vanno benissimo, ma quando abbiamo una piaga per esempio di cocciniglie che sta uccidendo le piante, l’ideale è optare per prodotti chimici come gli insetticidi contenenti Piriproxifen.

Quali altri rimedi naturali contro i parassiti conosci 🙂 🙂 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *