Cosa sono i semenzai?

Vassoio per piantine con piantine


Guardare le piante germogliare e crescere è un’esperienza che, secondo me, non dovrebbe essere persa. È incredibile come qualcosa di così piccolo possa avere così tante informazioni genetiche concentrate al suo interno. Anche se conosco le diverse fasi della germinazione dei semi, non smetto mai di stupirmi. Ma, affinché tutto vada bene, è molto importante scegliere le piantine giuste.


In natura, quando un seme cade a terra, se non riceve la luce e l’acqua di cui ha bisogno, non ce la farà; e anche allora, anche se può mettere le sue prime radici e foglie, dovrà superare molti ostacoli per raggiungere l’età adulta. Quando sono cresciuti, possiamo proteggerli da quasi tutti i loro nemici, ma questo non significa che abbiano vita facile. Per rendere tutto più facile, ti spiegheremo tutto quello che devi sapere sulle piantine: cosa sono, i diversi tipi che esistono, come puoi procurartele da solo a casa… e molto altro.

Cosa sono i semenzai?


Semenzaio in scatola di legno


I semenzai, chiamati anche letti di semi o piantine , sono un luogo dove vengono seminati i semi. Sono molto importanti, perché ci permettono di controllare tutto – o quasi – il processo di germinazione e ci danno anche la possibilità di prendere le misure necessarie per prevenire la comparsa di parassiti e malattie nelle nostre future piante.


Ci sono quattro tipi diversi:



  • Portatile: sono quelli che possono essere spostati da un posto all’altro secondo necessità. Possono essere scatole di legno o di plastica, sacchi di polietilene o qualsiasi altro materiale facile da trasportare. Sono i più usati nel giardinaggio domestico.

  • Temporanei o transitori: sono quelli che vengono utilizzati solo una volta o per un breve periodo di tempo.

  • Semipermanenti: sono quelli che si costruiscono facendo un recinto di tavole e mattoni intorno ai bordi.

  • Permanente o fisso: sono quelli che sono costruiti per un uso permanente. I bordi sono fatti di cemento e blocchi, e il fondo è fatto di trucioli (pietre più o meno lisce lunghe circa 2-3cm) per facilitare il drenaggio.

Come dovrebbero essere?

Vassoio per semi in plastica

Immagine – Castilloarnedo.com


I semenzai sono un alleato molto interessante di ogni giardiniere e/o agricoltore. Grazie a loro, possiamo avere una grande varietà di piante che possiamo aiutare loro -e molto- ad avere un ottimo inizio di vita. Ma non tutto quello che troviamo può servire come tale. E, se vogliamo che tutto vada bene, sicuramente la cosa più importante che dobbiamo tenere a mente è che devono avere dei fori per far uscire l’acqua in eccesso verso l’esterno.


Dai semi appena germinati spunta una radice chiamata radichetta che è molto sensibile all’eccesso e alla mancanza di umidità. Un modo per minimizzare il rischio di problemi è quello di piantarli in un contenitore che permetta il drenaggio dell’acqua. Ma non è tutto. È anche molto necessario scegliere un substrato poroso, adatto ad ogni tipo di specie (avete più informazioni su questo argomento qui).


Se parliamo del materiale con cui devono essere fatti i semenzai, dovrebbero essere fatti di plastica perché sono impermeabili, quindi i contenitori del latte, le tazze di yogurt, o gli stessi vasi o vaschette per i semi sono i migliori per piantare. Ora, se usiamo contenitori di prodotti, prima di seminare qualcosa dobbiamo pulirlo bene, a fondo, con acqua e una goccia di lavastoviglie. Poi rimuoviamo la schiuma residua e la lasciamo asciugare al sole per un paio di giorni.


Compresse di torba per la semina


Un altro tipo di semenzaio che può andare molto bene sono le compresse di torba Jiffy. Sono disponibili in varie dimensioni (da 1cm a 9cm di altezza). In ognuno di essi si semina un solo seme, o due se sono molto piccoli, e semplicemente è necessario mantenerli umidi mettendoli per esempio in un vassoio con acqua. La verità è che sono molto buoni, perché essendo avvolti da materiale biodegradabile possiamo introdurli in un vaso o in giardino quando la piantina ha raggiunto una buona dimensione (circa 10 cm). Inoltre, rimangono umide per molto tempo, il che garantisce che al seme non manchi l’acqua. L’unica cosa è che se vivete in una zona con un forte sole dovete proteggerli dalla luce diretta del sole, altrimenti perderanno l’umidità molto rapidamente, quasi durante la notte.


Perché è meglio seminare in semenzaio che in terra?


Ci sono diverse ragioni per cui si consiglia di seminare direttamente in semenzaio e non nel terreno. Sono i seguenti:



  • La germinazione dei semi è meglio controllata: temperatura, umidità, esposizione.

  • La data di semina delle colture è anticipata perché i letti di semina possono essere spostati da un luogo all’altro.

  • Ci permette di coltivare specie nuove o sconosciute nella nostra zona, che altrimenti avrebbero molte difficoltà a germinare.

  • Possiamo divertirci a guardare una pianta che germoglia.

Come si seminano i semi?


Seminare i semi in un vaso


Anche se ci sono vari metodi di germinazione, la procedura passo dopo passo per la germinazione dei semi è di solito la seguente:



  1. La prima cosa da fare è mettere a bagno i semi in acqua per 24 ore. In questo modo saremo in grado di scartare quelli che non sono vitali, che saranno quelli che rimangono galleggianti.

  2. Poi, prepariamo il letto di semina, riempiendolo di substrato per le piante.

  3. Poi, spargiamo i semi e li copriamo con il substrato. È importante non metterne troppi nello stesso semenzaio, altrimenti quando si tratta di rinvasare le piantine (separandole e piantandole in vasi individuali) sarà più difficile per loro ricominciare a crescere. In generale, non dovresti metterne più di 3 in un vaso di 10,5 cm di diametro.

  4. Infine, cospargere di rame o zolfo per evitare i funghi, e annaffiare coscienziosamente in modo che il substrato sia ben umido ma non inzuppato d’acqua.

Il tempo medio di germinazione varia a seconda della specie in particolare, e le condizioni di crescita, e può germinare in pochi giorni, come nel caso delle verdure, a richiedere più di 1 anno.


E questo è tutto. Speriamo sia stato utile 🙂 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *