Quattro tipi di aceri da avere in giardino

Acer palmatum


Gli aceri sono piante che crescono come alberi o arbusti in tutti i climi freschi del mondo. Le loro foglie e il loro aspetto sono molto eleganti, il che ha sempre attirato molti designer di giardini e amanti delle piante. L’acero giapponese(Acer palmatum) o l’acero argentato(Acer saccharinum) sono due delle specie che possiamo avere nel nostro giardino finché il nostro clima è temperato tutto l’anno, con inverni freschi o freddi.


Se volete saperne di più su alcuni di questi bellissimi alberi, siete nel posto giusto, perché vi diciamo tutto su di loro qui sotto.

Acer palmatum


Acer palmatum Atropurpureum


Il Acer palmatumGli aceri giapponesi, meglio conosciuti come aceri giapponesi, crescono come alberi o alberelli in gran parte dell’Asia. Si possono trovare soprattutto nelle montagne della Cina e del Giappone. La loro caratteristica principale è senza dubbio il colore che le loro foglie acquisiscono in primavera quando spuntano, così come in autunno. Sono molto ornamentali, e la maggior parte delle varietà vendute nei vivai sono adatte a piccoli giardini, ma se avete dubbi chiedete al professionista del vivaio quanto sarà alto l’albero una volta adulto.


Anche se sono piante molto facili in climi adatti, cioè in climi dove le estati sono miti e gli inverni sono freddi, in climi come il Mediterraneo hanno difficoltà ad adattarsi a causa della secchezza dell’ambiente e dell’eccessivo calore estivo.


Foglia di Acer palmatum


Il più noto è senza dubbio il Acer palmatum «Atropurpureum».Il più noto è senza dubbio l’arbusto o l’alberello dalle foglie palmate di colore rosso-violaceo. Tuttavia, possiamo trovare anche le varietà «Seyriu» con foglie verdi e una delle più resistenti al sole, la «Bloodgood» che ha foglie rosso intenso simili a quelle della foto sopra, o la «Orange Dream» che cresce anche come albero o alberello e ha belle foglie arancioni.


La maggior parte delle specie sono a crescita abbastanza rapida. Inoltre, si riproducono facilmente per talee o semi, che devono passare l’inverno in frigorifero a una temperatura di 6º per germinare.


Acer saccharinum


Acer saccharinum


Il Acer saccharinumL’acero d’argento, meglio conosciuto come Silver Maple, è originario del continente americano, in particolare del Nord America centrale e orientale. È un albero che può crescere fino a un’altezza di non più e non meno di 25 metri, con una larghezza di circa 10 metri. Senza dubbio, è un albero da usare come esemplare isolato, anche per l’ombra.


Esistono numerose cultivar di questa specie, ognuna più interessante. Tra questi ci sono il «Pyramidale» che cresce a forma di piramide, o l’«Albovariegatum» con foglie variegate.


Acer saccharinum


Ha una crescita veloce se il tempo è buono. Si riproduce principalmente per semi, che devono essere stratificati in frigorifero per tre mesi. Per talea di solito non attecchisce, perché il suo legno è morbido.


Da questo acero, così come dall’acero rosso(Acer rubrum) si estrae quello che è conosciuto come sciroppo d’acero.


Acer opalus


Foglie di Acer opalus


Il Acer opalusè il più «meridionale» (potremmo dire così) di tutti quelli della famiglia. Originario del Mediterraneo, passando per la Germania e l’Africa, resiste senza problemi ai terreni calcarei e al calore dell’estate, purché non gli manchi l’acqua. È un bellissimo albero che può raggiungere un’altezza di circa 20 metri. In autunno le sue foglie diventano di un colore rosso intenso.


La sottospecie «granatense» si trova nella Sierra de Tramuntana (nel nord dell’isola di Maiorca, Isole Baleari), così come nelle montagne ad est della penisola iberica, così come nel nord del continente africano. Mentre la sottospecie «opalus» preferisce climi più freddi e può essere trovata solo nella metà orientale della Spagna.


Acer opalus


Questo è un albero ideale per l’ombra, per l’uso in allineamenti o piantato in gruppi. Finché il tempo è buono, può essere molto ornamentale tutto l’anno. Inoltre, di solito non ha problemi con parassiti o malattie.


Si riproduce per semi o per talea.


Acer pseudoplatanus


Foglia di Acer pseudoplatanus


E finiamo questa lista con, forse, il più maestoso di tutti, il Acer pseudoplatanuspiù comunemente conosciuto come falso platano. Questo è un albero che ha bisogno di molta terra per essere visto in tutto il suo splendore. Con un’altezza di 30 metri e una larghezza di 15-20m, non è che faccia ombra…, è che è ideale per godersi un picnic con tutta la famiglia sotto l’albero.


È originaria dell’Europa e dell’Asia, dove vive in zone con un clima temperato e umido, con stagioni ben differenziate e abbondanti precipitazioni.


Acer pseudoplatanus


Il falso platano, come tutti gli alberi, soprattutto se sono molto grandi, forma un ecosistema in sé, cioè, attirerà numerosi insetti che a loro volta attireranno l’attenzione dei suoi predatori (uccelli, volatili,…). Quindi, se oltre al giardinaggio vi piacciono gli uccelli, con un solo albero potrete godere di entrambi.


Si riproduce per semi e anche per talea.


E ora arriva la domanda, forse, difficile da rispondere: qual è il tuo preferito?

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *