7 stili di giardino

Ci sono molti stili di giardini


Un giardino è, per molti versi, molto simile al lavoro di un pittore. L’origine di questa meraviglia è di solito quella di un terreno vuoto o abbandonato. A poco a poco il giardiniere, trasportato dalla sua immaginazione, lo riempie di vita. Cominciano ad apparire forme e colori, man mano che sempre più piante lo popolano.


Si potrebbe quasi dire che quello che finirà per essere un paradiso era una volta una tela bianca. Ma a differenza di questa, è un’opera che non finirà mai, perché è in continuo movimento. Così, come tutti gli esseri umani hanno i nostri gusti e preferenze, nel corso della storia del giardinaggio, sono stati creati diversi stili di giardini. Questi sono solo alcuni.

Giardino arabo


Il giardino arabo è uno stile di giardino a bassa manutenzione.


Il giardino arabo è un tipo di giardino che viene creato principalmente in Medio Oriente, dove il calore e la siccità possono essere importanti. È anche un design basato sulla spiritualità, facendo il miglior uso delle risorse naturali e creando spazi in cui meditare.


Le piante aromatiche forniscono un dolce profumo al luogo, e se avete sete, potete avvicinarvi a una fontana per bere, poiché i serbatoi d’acqua sono collegati al sistema idraulico, assicurando che l’acqua sia potabile.


Giardino spagnolo


Il giardino spagnolo è un misto di stili


Il giardino spagnolo è un tipo di giardino che mescola principi dei giardini persiani, romani, islamici e, naturalmente, del califfato di Al-Andalus. Dato che il clima di questo paese è piuttosto caldo, soprattutto in estate, questo stile è dominato da fontane o canali d’acqua, patii con conifere, alberi (soprattutto alberi da frutto) e palme che forniscono ombra, piante aromatiche e fiori dai colori vivaci come garofani o rose.


Così, coloro che lo visitano potranno godere dell’ombra fornita dalle piante, del profumo emesso dalle piante aromatiche e del suo magnifico verde.


Giardino francese


Il giardino francese è uno stile di giardino formale


Il giardino francese è lo stile più formale che esista. È, per me, la migliore rappresentazione dell’ordine che si può trovare in un giardino, nel bene e nel male. Si è evoluto dal giardino rinascimentale francese all’inizio del XVI secolo, ed è quasi certamente il più laborioso nella manutenzione, soprattutto la potatura.


I padiglioni, le statue e perfino le terrazze sono collocate nella zona perfetta in modo che l’insieme appaia regolare, con forme geometriche. Ma quali piante possono vivere bene in questo tipo di giardino? Molti di più di quanto si possa pensare. Infatti, nei giardini di Versailles troviamo olmi, faggi o tigli, tulipani, lillà o bossi, tra gli altri.


Giardino inglese

Il giardino inglese è uno stile informale di giardino

Tanya Dedyukhina


Il giardino all’inglese è uno stile usato soprattutto nell’Europa continentale, che ha avuto origine in Inghilterra nel XVIII secolo. È un tipo di giardino naturale, in cui gli elementi artificiali sono quasi inesistenti e in cui il giardiniere crea il suo giardino senza alterare troppo il paesaggio.


Di conseguenza, i sentieri saranno lì, ma non segnalati. Inoltre, se ci sono pendii o inclinazioni nel terreno, questi vengono utilizzati per la coltivazione, invece di eliminarli spianando il terreno. Per quanto riguarda le piante, si usano le piante native di ogni paese.


Giardino giapponese

Il giardino giapponese è un bellissimo giardino in stile asiatico.

Steven Lek


Il giardino giapponese è uno degli stili moderni più antichi del mondo, e anche uno dei più difficili. È emerso in epoca Heian, tra il 794 e il 1185, e ha caratteristiche molto particolari. Raffigura sempre l’arcipelago giapponese (con pietre o rocce, preferibilmente di origine vulcanica) che emerge dal mare interno di Seto (stagno).


Intorno si può creare una specie di foresta, con conifere come il pino giapponese e arbusti come le azalee o le camelie. Gli aceri giapponesi sono anche ampiamente utilizzati per il loro grande valore ornamentale.


Giardino mediterraneo

Il giardino mediterraneo è uno stile di giardino in cui si usano piante resistenti alla siccità.

Vilseskogen


Il giardino mediterraneo è uno stile di giardino che si crea soprattutto nella regione che gli dà il nome, ma anche in quelle zone dove il clima è piuttosto arido, cioè con poche precipitazioni, temperature che possono superare i 35ºC in estate, e con leggere gelate.


Così, le piante che vi sono piantate sono resistenti alla siccità, come gli ulivi, la lavanda, il timo o l’alloro. Per aggiungere colore, vengono piantati garofani e margherite, tra gli altri. L’intero set fa parte di un design che mira ad essere attraente, ma anche a bassa manutenzione.


Giardino tropicale

Il giardino tropicale è caratterizzato da piante esotiche.

Edwinb


Il giardino tropicale è tipico delle zone che godono di questo clima. Temperature calde, piogge più o meno frequenti e regolari, molte ore di luce… L’idea di questo stile è di ottenere una giungla o una foresta lussureggiante, emulando la natura più bella e selvaggia.


Per questo motivo, stagni e/o cascate, così come piante a foglia larga o piante con fiori vistosi sono alcuni elementi che non dovrebbero mancare. Inoltre, ci sono altri che sono anche molto interessanti per questo tipo di giardini, come: bromelie, calle, palme, felci, tra gli altri.


Quale di questi stili di giardino ti piace di più?

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *