dimorfoteca 1 1

Consigli per la cura delle biblioteche dimorfiche

La dimorphotheca è una pianta perenne.


I dimorfi sono piante erbacee molto popolari, qualcosa che hanno guadagnato perché sono molto rustici e la sua coltivazione è molto semplice. Per questo motivo, anche se sono originari del Sudafrica, oggi si possono trovare in una grande varietà di climi. Infatti, in climi non troppo freddi, è consigliabile controllare la loro crescita, perché se fossero lasciati, verrebbe un momento in cui avremmo bei dimorfi negli angoli più inaspettati del giardino.


È unapianta perfetta da regalare aNatale a qualcuno che vuole iniziare a prendersi cura delle piante, o da avere sul tavolo in terrazza.


Indice


Origine e caratteristiche della dimorphotheca


I fiori della dimorphotheca sono come margherite.


La dimorphotheca, il cui nome scientifico è Dimorphotheca ecklonis, è una perenne che può raggiungere un'altezza fino a 1 metro, con petali a forma di margherita lilla, bianca, arancione o bicolore. Le foglie sono alterne, semplici, di forma ellittica e un po' succulente, con margini dentellati e colore verde scuro. Gli steli sono sottili, marrone chiaro.


È popolarmente conosciuta come calendula del Capo, calendula di palude, stella polare o margherita del Capo, così come dimorphotheca. È originario del Sudafrica e viene coltivato in tutto il mondo, soprattutto nei luoghi con climi caldi o temperati.


Anche se vive diversi anni, coprendo in pochissimo tempo quella zona del nostro angolo verde preferito che ci piace così poco, nei climi freddi è considerata una pianta stagionale, perché non sopporta le gelate moderate. Ma questo non è un problema perché si riproduce così straordinariamente rapidamente che possiamo raccogliere i semi dalle nostre piante e seminarli in primavera.


Come posso curarlo?


Se volete avere un esemplare, vi raccomandiamo di prendervene cura nel modo seguente:


Posizione


La sua posizione ideale sarà quella in cui riceve la luce diretta del sole, ma può anche adattarsi a quella che ha ombra alcune ore del giorno. Se viene da una serra, è consigliabile proteggerla dal sole per i primi giorni, perché potrebbe bruciare le sue foglie.


Suolo

Dimorphotheca è un'erba



  • Giardino: vive in tutti i tipi di terreno, dall'argilla all'acido. Tuttavia, vedremo come cresce più velocemente in terreni fertili. Ecco perché è consigliabile, quando lo si pianta nel terreno, mescolare il terreno del giardino con un po' di compost. Se vi dimenticate, non è un problema: potete concimare la vostra dimorphotheca durante tutta la stagione di crescita, cioè in primavera e in estate, e anche in autunno se il clima è caldo.

  • Vaso: puoi riempirlo con terriccio universale (in vendita qui).

Irrigazione


La frequenza delle annaffiature dipenderà dal clima e dal fatto che sia in terra o in vaso. Ecco perché in caso di dubbio si dovrebbe controllare l'umidità, per esempio inserendo un sottile bastoncino di legno sul fondo, o con un misuratore digitale.


Per darvi un'idea di quanto spesso annaffiare, di solito viene annaffiata 2 o 3 volte a settimana durante l'estate, mentre il resto dell'anno viene annaffiata 1 o 2 volte a settimana.


Se lo avete in terra, a partire dal secondo anno potete iniziare ad annaffiarlo più frequentemente, a condizione che riceva almeno 300 litri per metro quadrato all'anno.


Fertilizzazione di


Durante i mesi più caldi dell'anno è una buona idea fertilizzare la vostra dimorphotheca di tanto in tanto, per esempio una volta ogni 15-30 giorni. Usare fertilizzanti organici, come il guano o l'estratto di alghe, secondo le istruzioni sulla confezione del prodotto.


Moltiplicazione


Può essere moltiplicato per semi e talee in primavera o in estate:


Semi



  1. Per prima cosa, riempite un semenzaio – vasi, vaschette per i semi, vasetti per lo yogurt, ecc – con del compost universale.

  2. Poi l'acqua.

  3. Poi, metti i semi sulla superficie del substrato e coprili con un sottile strato di terra.

  4. Infine, mettete le piantine all'esterno in penombra e mantenete il substrato umido (ma non zuppo d'acqua).

Germineranno in circa 7-10 giorni.


Talee


Per ottenere nuovi esemplari più rapidamente, si può tagliare uno stelo senza circa 10 centimetri, impregnare la sua base con radicanti fatti in casa e piantarlo (non attaccarlo) in un vaso con vermiculite precedentemente inumidita.


Mettetelo in penombra, e vedrete come emetterà le proprie radici in circa 15-20 giorni.


Parassiti e malattie


È abbastanza resistente, ma può essere attaccato dalle cocciniglie. Se ne vedete uno, potete rimuoverlo con un pennello o trattarlo con anti cocciniglie o terra diatomacea.


Potatura della dimorphotheca

I fiori della dimorphotheca sono come margherite.

Immagine – Flickr/Luca Melette


Poiché cresce così velocemente e si diffonde così tanto, è spesso necessario tagliare i suoi steli per far sì che abbia l'aspetto che vogliamo. Quindi, se vedete che sta crescendo troppo, sentitevi liberi di potare i suoi steli quanto volete.


Tollera molto bene le potature, addirittura rispunta dopo una potatura drastica in cui gli vengono lasciati dei fusti molto corti. Naturalmente, utilizzare cesoie da potatura precedentemente disinfettate con alcool da farmacia, e procedere ad eseguire questo compito all'inizio della primavera.


Non dovrebbe essere potato in inverno, perché potrebbe essere danneggiato, soprattutto se c'è il gelo.


Tempo di piantagione o trapianto


In primavera.


Resistenza


Può resistere a temperature fino a -5ºC.


E tu, ne hai a casa?

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *