Tutto quello che c’è da sapere su Cocos nucifera

Le foglie dell'albero di cocco sono pennate.


Poche palme sono così popolari come la Cocos nucifera. Le sue lunghe foglie pennate e il suo tronco sottile l’hanno resa una pianta molto desiderabile, dato che il suo frutto è anche commestibile. Tuttavia, la sua coltivazione all’aperto non è facile se il clima non è adatto, e anche averla in casa è una sfida che spesso non viene superata.


Affinché possa prosperare, non solo deve essere al riparo dal gelo in ogni momento dell’anno, ma anche la temperatura deve essere calda e l’umidità alta, altrimenti si seccherà presto. Per tutti questi motivi, vi diremo tutto su questa magnifica ma difficile palma.

Origine e caratteristiche


La palma da cocco è una palma tropicale


Il nostro protagonista è una palma il cui nome scientifico è Cocos nucifera, ma è conosciuta anche come palma da cocco. È una pianta originaria delle coste tropicali dell’Asia o dell’America, non è ancora chiaro. Quello che si sa è che oggi cresce naturalmente in entrambi i continenti, in zone che godono di un clima mite-caldo e umido durante i dodici mesi dell’anno.


Può facilmente superare i dieci metri, e anche raggiungere i 30 metri. Le sue foglie sono pennate e lunghe, con una lunghezza fino a 3-6m. Produce fiori maschili e femminili sulla stessa infiorescenza. Una volta impollinato, inizia a maturare il frutto, che è una drupa rotonda del peso di 1-2 kg. Il tronco è abbastanza sottile, con uno spessore di 40-50 cm di diametro.


La sua aspettativa di vita è di 100 anni.


Varietà


Ci sono molte varietà differenziate principalmente dal colore della noce di cocco (giallo o verde), ma anche dall’altezza. Per esempio:



  • Varietà giganti: sono utilizzate per la produzione di olio e i frutti da consumare freschi. Tra questi ci sono il Malaysian Giant, il Jamaican Tall, il Ceylon Indian o il Java Tall.

  • Varietà nane: sono usate principalmente per produrre bevande in bottiglia, e come piante ornamentali in piccoli giardini. Il più popolare è il nano malese.

  • Ibridi: producono frutti da medi a grandi, con un buon sapore. Il più coltivato è il MAPAN VIC 14, che è un incrocio tra il Dwarf della Malesia e il Tall di Panama e Colombia.

Come prendersene cura?


La palma da cocco è una palma a crescita rapida.


Se si desidera avere un campione, si raccomanda la seguente cura:


Posizione



  • All’interno: dovrebbe essere in una stanza con molta luce naturale, lontano da correnti d’aria (sia fredde che calde) e con alta umidità. Quest’ultimo può essere ottenuto mettendo dei bicchieri d’acqua intorno ad esso, o spruzzandolo una volta al giorno solo durante l’estate (non farlo durante il resto dell’anno perché potrebbe far marcire le foglie).

  • All’esterno: sempre in penombra, a meno che il clima non sia caldo tropicale, nel qual caso l’anno successivo all’acquisto bisogna abituarlo gradualmente e progressivamente al sole.

Suolo



  • Vaso: terriccio universale mescolato con parti uguali di perlite.

  • Giardino: il terreno deve essere fertile, con un buon drenaggio. Può essere sabbioso.

Irrigazione


Le annaffiature devono essere frequenti, soprattutto durante l’estate. Innaffiare ogni 2-3 giorni in estate e ogni 4-5 giorni il resto dell’anno.


Alimentazione


Durante tutta la stagione di crescita, dovreste concimare la vostra Cocos nucifera con fertilizzanti organici una volta al mese. Tenete presente che se lo avete in un vaso, questi fertilizzanti devono essere liquidi in modo che il terreno non perda la sua capacità di filtraggio.


Potatura


Non è necessario. È solo necessario rimuovere le foglie secche e i fiori appassiti.


Moltiplicazione


Simoltiplica per semi in primavera-estate. Il modo di procedere è il seguente:



  1. La prima cosa da fare è acquistare una noce di cocco sana, cioè non flaccida e con tutti e tre i punti di germinazione intatti, di colore nerastro.

  2. Poi riempire un vaso di circa 35-40 cm di diametro con vermiculite precedentemente inumidita con acqua.

  3. Poi mettete la noce di cocco proprio nel mezzo e copritela circa a metà con la vermiculite.

  4. Poi mettere il vaso fuori in pieno sole o in casa vicino a una fonte di calore.

  5. Infine, si annaffia in modo che il substrato non perda umidità.

In questo modo, germinerà in circa 2 mesi.


Raccolta di


Le noci di cocco possono stare sulla pianta da 5 a 6 mesi a seconda della varietà. Dovrebbero essere raccolti non appena hanno raggiunto la loro dimensione finale.


Resistenza


Non sopporta il freddo né le gelate. La temperatura minima deve essere di 18ºC o superiore.


Quali sono i suoi usi?


L'albero di cocco può superare i dieci metri di altezza.


Ornamentale


La Cocos nucifera è una palma molto bella, tanto che è un must in qualsiasi giardino tropicale. Sia come esemplare singolo che in gruppi, ha un aspetto fantastico.


Culinaria


Questo è senza dubbio l’uso più noto. Una volta aperta, si consuma la parte bianca fresca, e dalle noci di cocco ancora verdi si beve l’acqua come bevanda rinfrescante.


Il suo valore nutrizionale per 100 grammi è il seguente:



  • Carboidrati: 15,23g

  • Grassi: 33,49gSaturi: 29,70gmonoinsaturi: 1,43gpolyunsaturated: 0,37g

  • Proteine: 3,3gVitamina B1: 0,066mgVitamina B2: 0,02mgVitamina B3: 0,54mgVitamina B5: 0,3mgVitamina B6: 0,054mgVitamina B9: 24μgVitamina C: 3,3mgCalcio: 14mgRadio: 2,43mgMagnesio: 32mgFosforo: 11mgPotassio: 356mgZinco: 1,1mg

Medicinale


I suoi frutti sono usati come diuretici, emollienti, vermifughi e lassativi.


Gli alberi di cocco possono crescere vicini


Cosa pensi di questa palma?


1 commento su “Tutto quello che c’è da sapere su Cocos nucifera”

  1. Ne sono innamorato infatti ne ho comprato 7 messe a dimora davanti uno spiazzale spero crescano in fretta ma già in altezza sono da 2 a 3 metri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *