Quali tipi di carrubo esistono?

Frutto del carrubo


Il carrubo, il cui nome scientifico è Ceratonia siliqua, è un albero da frutto originario della regione mediterranea, capace di crescere in luoghi dove altre piante avrebbero molte difficoltà. Produce frutti anche in terreni poveri, con tendenza all’erosione, soprattutto a causa della mancanza di precipitazioni, e se questo non vi basta, sappiate che può sopportare una vasta gamma di temperature: da -10ºC minimo a 40ºC massimo. Interessante, non credi?


Beh, c’è di più 🙂 Ci sono diversi tipi di carrubi. E il fatto è che, anche se ci sembrano tutti uguali, in realtà ci sono piccole ma importanti differenze tra alcune varietà e altre. Scoprite cosa sono.


Le varietà di carrubo sono classificate secondo il tipo di fiore, che può essere ermafrodita, femminile o maschile.

Varietà con fiori ermafroditi


Carrubo adulto


Conosciuti come garrofero maschio, borroses, ondaes, o mascle floridor tra altri nomi, sono caratterizzati per avere una tazza poco densa, con foglie spesse e scure e con poca luminosità. I tipi più noti di carrubi con fiori ermafroditi sono:



  • Bugadera: è un albero aperto-permeabile la cui resa in carrube è alta, tra il 13 e il 15%. Si raccoglie a fine estate/inizio autunno (settembre nell’emisfero nord).

  • Ramillete: è un albero piangente che produce una grande quantità di frutta, con molta cellulosa e un basso contenuto di zucchero. Si raccoglie in autunno (ottobre nell’emisfero nord).

Varietà con fiori maschili


Conosciuti come bordes o borts, sono caratterizzati dalle loro grandi dimensioni, con una corona composta da rami corti nascosti da grandi foglie verde scuro. Non danno frutti e sono più sensibili al freddo degli altri.


Varietà con fiori femminili


Frutti del carrubo o Ceratonia siliqua


Sono i più apprezzati. In Spagna siamo fortunati ad avere una grande varietà, come queste:



  • Bravia: è una varietà che cresce nelle montagne della provincia di Malaga. È un albero di medie dimensioni, la cui carruba è di colore marrone scuro e ha una lunghezza di 12-14 cm e viene raccolta in autunno.

  • Castellana: è una varietà coltivata principalmente nell’Andalusia orientale. È un grande albero, molto frondoso e piangente con un’alta produzione. I frutti sono marrone scuro, larghi, spessi e con una lunghezza tra i 10 e i 17 cm. Si raccoglie all’inizio dell’autunno.

  • Casuda: è un albero aperto-eretto molto coltivato nel sud di Castellón e Valencia. Si raccoglie all’inizio dell’autunno (metà settembre nell’emisfero nord).

  • Costella o De la Canal: l’albero è originario dell’isola di Maiorca. Ha una corona con pochi rami e foglie, che sono grandi, più o meno arrotondate e di colore verde scuro. La carruba è di colore marrone chiaro, non molto zuccherina. Ha una lunghezza da 18 a 22 cm e si raccoglie in autunno.

  • Corno di capra: conosciuto anche come Banya de Cabra, è un albero vigoroso, con una corona frondosa e grandi foglie. La polpa è scarsa e ha un sapore sgradevole. Si raccoglie all’inizio dell’autunno.

  • Negra o Negreta: questo è il nome che riceve nelle regioni di Barcellona, Tarragona e Castellón. Si caratterizza per essere un albero frondoso, grande e vigoroso. Il carrubo è nero, lucido, con una lunghezza da 12 a 16 cm. La polpa è bianca, con un sapore dolce. Si raccoglie in autunno (ottobre nell’emisfero nord).

  • Rojal: è un grande albero, con una corona densa formata da foglie verde scuro. È sensibile ai rapidi cali di temperatura, ma resiste ad alcune malattie come l’oidio. Si raccoglie all’inizio dell’autunno.

  • Tendral: è un albero semi-floreale con un fogliame denso e verde chiaro. È sensibile a malattie come l’oidio, ma si riprende facilmente da parassiti come la cocciniglia. Produce un gran numero di frutti, la cui lunghezza media è di 15-17 cm, che vengono raccolti in autunno.

Foglie di Ceratonia siliqua


Conoscevi queste varietà di carrubo, ne hai qualcuna?

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *