cymbidium 1

Qual è il miglior substrato per le orchidee?

Bletilla striata


Ti piacerebbe avere un'orchidea in casa ma non sai in quale terreno o tipo di substrato tenerla? Per rispondere a questa domanda, è innanzitutto importante sapere se si vuole avere una terrestre, cioè una che cresce a livello del suolo, se è semi-terrestre, cioè una che cresce su un mucchio di foglie in decomposizione, o se è epifita, cioè che cresce solo sui rami degli alberi.


Anche se entrambi appartengono alla stessa famiglia botanica (Orchidaceae), ognuno ha le proprie preferenze di coltivazione. Qual è il miglior substrato per le orchidee?

Cos'è il substrato?


Il substrato per le orchidee deve avere un buon drenaggio.


Il substrato è spesso confuso con la torba, ma la realtà è che ci sono molti tipi di substrato, compresa la torba. Infatti, quando si tratta di coltivare orchidee in vaso, ciò che si usa più comunemente sono tipi di terreno che drenano bene e rapidamente l'acqua, e la torba da sola non è uno di questi. In generale, si può dire che un substrato è un mezzo in cui le piante crescono e si sviluppano, in particolare le loro radici.


Ma cos'è per le nostre piante preferite? Fondamentalmente, per il rooting. La maggior parte delle piante sviluppa un sistema di radici la cui funzione principale è quella di trattenerle alle superfici (suolo, rami d'albero, ecc.). Ma assorbono anche l'umidità e le sostanze nutritive dissolte in esso. E se questo non basta, le radici delle orchidee epifite, come la Phalaenopsis, contribuiscono alla fotosintesi.


Con questo in mente, il substrato è di vitale importanza per le piante.


Come deve essere il substrato per le orchidee?


Indipendentemente dal tipo di orchidea che avete, il substrato deve avere queste caratteristiche:



  • Trattiene l'umidità: è importante che assorba l'acqua e rimanga umido per un periodo di tempo, che sarà più o meno prolungato quanto più grandi sono i suoi grani.

  • Drena l'acqua rapidamente: cioè, è capace di filtrare l'acqua in eccesso. Affinché questo sia veramente utile, è essenziale che il vaso abbia dei buchi nella sua base in modo che il liquido possa defluire dopo l'innaffiatura.

  • Deve essere nuovo: in altre parole, non deve essere stato usato prima su altre piante, altrimenti potrebbe esserci il rischio di diffondere virus, funghi e batteri, che danneggerebbero l'orchidea.

Quale scegliere a seconda del tipo di orchidea?


È un errore usare lo stesso substrato per tutte le orchidee, perché non tutte le orchidee crescono nello stesso posto. A seconda che crescano a terra, in buche o sui rami degli alberi, è consigliabile utilizzare un tipo di terreno o un altro:


Substrato per orchidee terrestri.


Il Cymbidium è un'orchidea terrestre.


Le orchidee terrestri, come Bletilla, Cymbidium o Calanthe, hanno bisogno di avere le loro radici sottoterra per crescere e svilupparsi correttamente, quindi è essenziale che il loro sistema radicale sia protetto dai raggi del sole. Inoltre, il terreno deve essere mantenuto umido, ma non inzuppato d'acqua.


Con questo in mente, si raccomanda vivamente di mescolare parti uguali di fibra di cocco e corteccia di pino.


Substrato per orchidee semiterrestri

Paphiopedilum è un'orchidea terrestre.

Immagine – Wikimedia/BotBln


Queste orchidee, come Vanda, Selenipedium o Paphiopedilum, hanno anche bisogno di avere le loro radici protette, e sempre umide, ma non inondate. Metteremo loro, poi, un substrato che mantiene l'umidità.


Una buona miscela sarebbe 50% di corteccia di pino + 50% di fibra di cocco.


Substrato per orchidee epifite


Phalaenopsis


Le orchidee epifite, come le Phalaenopsis, poiché crescono sui rami degli alberi hanno sempre le loro radici visibili, quindi è essenziale che il vaso dove le abbiamo sia di plastica trasparente. Inoltre, è molto importante che il substrato sia molto poroso in modo che l'acqua dreni rapidamente e completamente.


Quindi, potete semplicemente metterci della corteccia di pino. In questo modo, il loro sistema radicale sarà perfettamente aerato.


La scelta di un buon substrato per le vostre orchidee è essenziale per il loro corretto sviluppo. Spero che sia un po' più facile per te prenderti cura delle tue piante con questi consigli 🙂 .

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *