taxus baccata joven

Guida alla cura del tasso, una conifera molto longeva

Vista delle foglie di Taxus cuspidata var. cuspidata

Taxus cuspidata var. cuspidata // Immagine – Flickr/harum.koh


Il tasso è una conifera che non cresce molto (non se la paragoniamo a ciò che possono crescere altri), e ci sono così tante varietà e cultivar che può essere coltivata anche in piccoli giardini e/o in vaso.


Come se non bastasse, è molto resistente al freddo e può vivere senza problemi in terreni calcarei. Quindi, se state cercando una pianta con queste caratteristiche, scoprirete come curarla qui sotto.

Origine e caratteristiche

Vista di Taxus baccata

Immagine – Wikimedia/Philipp Guttmann


Il tasso è un termine che si riferisce alle conifere del genere botanico Taxus, che è composto da circa 22 specie classificate in quattro gruppi (Baccata, Cuspidata e Sumatrana). Ci sono anche due ibridi che sono anche ampiamente coltivati, che sono il Taxus x media (frutto dell'incrocio tra Taxus baccata x Taxus cuspidata), e Taxus x hunnewelliana(Taxus cuspidata x Taxus canadensis). È originario dell'Eurasia e dell'America.


Può raggiungere un'altezza fino a 20 metri, anche se a seconda della specie e delle condizioni in cui vive può crescere meno. La sua corona è solitamente piramidale, con un gran numero di rami che spuntano orizzontalmente dal tronco principale. Il tronco è solitamente spesso, fino a 1,5 m di diametro, con una sottile corteccia marrone.


Le foglie sono lunghe da 10 a 30 mm e sono disposte in file opposte. Il loro colore è verde scuro sul lato superiore e giallastro o glabro sul lato inferiore. Sono perenni, ma non fatevi confondere dalla parola: questo significa che rimangono sulla pianta per molto tempo, ma arriva un momento in cui cadono per far posto a nuove foglie.


È dioica, con esemplari maschi e femmine. Il frutto è una bacca che può essere mangiata, ma solo dopo che il seme è stato rimosso.


Tutte le sue parti (ad eccezione del frutto, come abbiamo detto) sono tossiche e possono causare la morte in pochi minuti. La sua aspettativa di vita è molto lunga, più di mille anni. In Spagna, infatti, abbiamo a Bermiego (Asturie) un esemplare chiamato Tasso di Bermiego con un'età stimata di circa 2.000 anni, considerato il tasso più antico del paese e uno dei più antichi d'Europa.


Specie principali


I più popolari sono:


Taxus baccata

Vista di un giovane Taxus baccata

Immagine – Wikimedia/Jerzy Opioła


È conosciuto come il tasso comune o tasso nero, ed è una specie che ha iniziato la sua evoluzione durante il Giurassico (oltre 145 milioni di anni fa). Cresce nell'Europa occidentale, centrale e meridionale e raggiunge un'altezza massima di 28 metri con un diametro del tronco fino a 4 metri.


Se tutto va bene, può raggiungere i 5000 anni di età.


Taxus brevifolia

Vista dell'albero di tasso del Pacifico

Immagine – Wikimedia/Walter Siegmund (discussione)


È una specie originaria del nord-ovest del Pacifico in Nord America. È conosciuto in inglese come «Pacific Yew» o tasso del Pacifico. Raggiunge i 10-15 metri di altezza con un tronco fino a 50 cm di diametro.


Il suo tasso di crescita è molto, molto lento.


Taxus cuspidata

Vista di Taxus cuspidata

Immagine – Wikimedia/Norm~commonswiki


È un albero originario di Corea, Giappone, Cina e Russia conosciuto come tasso giapponese. Raggiunge un'altezza fino a 18 metri, con un diametro del tronco fino a 60 cm.


La sua aspettativa di vita è di circa mille anni.


Come prendersene cura?


Se volete avere un albero di tasso, vi consigliamo di prendervene cura come segue:


Posizione


È una pianta che dovrebbe stare all'aperto, in pieno sole o in penombra. Perché si sviluppi bene è consigliabile piantarla nel terreno, a una distanza di 5-6 metri da muri, tubi, ecc. così come altre piante alte.


Suolo



  • Terriccio: utilizzare substrati a pH neutro o alcalino (pH 7). Se non sapete cosa sono, non preoccupatevi: il «solito» substrato universale andrà bene, ma migliorate il suo drenaggio aggiungendo un 30% di perlite o arlite. Potete comprarlo qui.

  • Giardino: cresce in terreni alcalini, e può adattarsi a terreni leggermente acidi (pH 6,5). È importante che abbiano un buon drenaggio in modo che l'acqua non rimanga stagnante troppo a lungo.

Irrigazione


Circa 3-4 volte a settimana in estate, e ogni 4-5 giorni il resto dell'anno. Ma attenzione, questa è una media, non una regola fissa. Per esempio, se piove molto nella vostra zona durante il periodo più caldo dell'anno, la frequenza di irrigazione sarà molto minore.


A seconda delle condizioni climatiche della vostra zona, dovrete innaffiare di più o di meno.


Fertilizzazione di

Vista delle foglie di Taxus floridana

Taxus floridana // Immagine – Wikimedia/MPF


Si consiglia di concimare in primavera e in estate con fertilizzanti organici, come il guano o il compost. Versare uno strato di circa 4 cm di spessore intorno al tronco, mescolarlo con la superficie del terreno e annaffiare.


Nel caso di piante in vaso, usare fertilizzanti liquidi secondo le istruzioni sulla confezione.


Potatura


Non ha bisogno di potature, anche se può essere potato alla fine dell'inverno per rimuovere rami secchi, malati, deboli o rotti, e anche per dargli forma.


Moltiplicazione


Il tasso si moltiplica per seme e per talea. Vediamo come procedere in ogni caso:


Semi (in autunno/inverno).



  1. La prima cosa da fare è rimuovere l'involucro carnoso e lavarlo con acqua.

  2. Poi, seminali in un tupperware con vermiculite precedentemente inumidita con acqua, e mettilo in frigo per tre mesi.

  3. Una volta alla settimana, si toglie il tupperware e il coperchio per rinnovare l'aria e controllare l'umidità della vermiculite, che deve essere sempre umida.

  4. Dopo questo tempo, procedere alla semina in vasi con terreno di coltura universale.

Affinché i funghi non facciano del loro, si raccomanda vivamente di spargere rame o zolfo sia nel tupperware che nel vaso.


La germinazione è lenta e irregolare, ma se tutto va bene germineranno in circa 3-4 mesi.


Talee (in inverno, dopo il gelo)


Per moltiplicarlo per talea, tagliate pezzi di rami lunghi circa 20-25 cm, che hanno del legno vecchio alla loro base. Poi, la base viene impregnata con radicanti fatti in casa e piantata in vasi con sabbia vulcanica (Pomice o Akadama per esempio), in penombra.


In questo modo manderà le proprie radici in un mese circa.


Parassiti e malattie


È molto resistente, tanto che l'unico parassita che può causargli qualche danno è la cocciniglia, che viene trattata con insetticidi paraffinici o anti-lumache.


Per quanto riguarda le malattie, i funghi causano l'ingiallimento e l'essiccazione delle foglie, ma non è grave e infatti di solito non viene trattato. Tuttavia, se siete preoccupati potete trattare la vostra pianta con spray fungicida.


Resistenza


Può resistere a temperature fino a -18ºC senza problemi.


A cosa serve?


Ornamentale


Taxus bonsai in stile foresta


Il tasso è una conifera molto ornamentale, ideale da avere come esemplare isolato, in file o in gruppi. È anche spesso usato come bonsai.


Commestibile


I gusci dei frutti possono essere mangiati una volta che i semi sono stati rimossi, quindi sono interessanti per calmare un po' lo stomaco fino al momento di mangiare 😉 .


Legno


Il legno di molte specie di tasso è stato ed è usato in carpenteria e falegnameria, poiché è resistente alle condizioni esterne.


Cosa ne pensi di questo albero?

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *