Cura di Daphne odora, un arbusto con fiori belli e profumati

Daphne odora si moltiplica per talea

Immagine – Wikimedia/Miya


I giardini giapponesi sono straordinari: trasmettono molta pace e tranquillità, qualcosa di sempre più necessario in questi tempi. Le piante sono un modo eccellente per vivere la vita quotidiana con energia.


Uno di quelli che raccomando è il Dafne odora. Un arbusto con fiori piccoli, ma molto profumati che sicuramente amerete.

Origine e caratteristiche di Daphne odora

Daphne odora è un arbusto da fiore.

Immagine – Flickr/peganum


Il nostro protagonista, appartenente alla famiglia delle Thymelaeaceae, è originario della Cina, e il suo nome scientifico è Daphne odora. È popolarmente conosciuta come Daphne odora. Ha un portamento cespuglioso, raggiungendo un’altezza di circa 1,5 metri. Le sue foglie sono lanceolate, terminanti a punta, con un nervo centrale molto marcato, verdi o con margini giallastri. Questi cadono in inverno, quindi è una specie decidua dei climi temperati / freddi.


Ifiori sono molto piccoli, 1 cm di diametro, e sono composti da quattro petali. Possono essere rosa o bianchi, ma entrambi emanano un aroma intenso. Raramente fruttifica in coltivazione, ma se lo fa, vedrete che i suoi frutti saranno bacche rosse.


Ha una breve aspettativa di vita di circa 10 anni.


Come curare la Daphne odora?


La Daphne odora o Daphne odora è una pianta molto grata, che si accontenta di poco per essere splendida. Pertanto, ha bisogno di essere curato:


Posizione


Per uno sviluppo ottimale si consiglia di piantarlo in un luogo dove riceve la luce diretta del sole, all’aperto. Anche se cresce anche in penombra.


Irrigazione

Daphne odora è un arbusto deciduo.

Immagine – Flickr/Leonora (Ellie) Enking


Innaffiare 2-3 volte a settimana in estate e 1-2 il resto dell’anno. È importante lasciare asciugare il substrato tra un’annaffiatura e l’altra, perché teme il ristagno dell’acqua.


L’acqua da usare deve essere acida, con un pH tra 4 e 6. Nel caso in cui quello che abbiamo è alcalino, abbasseremo il suo pH con limone o aceto. Tuttavia, è molto importante controllare il pH con un misuratore di pH (in vendita qui), perché se scende più di 4 non sarebbe nemmeno buono.


Suolo



  • Giardino: il terreno dove la piantiamo deve essere acido, cioè con un pH tra 4 e 6. Se il pH è più alto, le sue foglie ingialliscono, ma si risolve facilmente aggiungendo chelati di ferro al terreno.

  • Vaso: riempire con substrato per piante acide (in vendita qui).

Fertilizzazione di


Si raccomanda vivamente di concimare con un fertilizzante specifico per piante acidofile (in vendita qui) durante la primavera e l’estate, seguendo le raccomandazioni del produttore. Questo farà sì che il Daphne odora cresca sano e fiorisca abbondantemente.


Moltiplicazione


Simoltiplica per talee semilegnose in estate. Per farlo, seguite questo passo per passo:



  1. Per prima cosa, taglieremo un ramo semilegnoso di circa 30 centimetri con una piccola sega a mano precedentemente disinfettata con alcool per farmacie o altro disinfettante.

  2. In seguito, impregniamo la base con agenti radicanti fatti in casa.

  3. Poi, lo piantiamo in un vaso con vermiculite che avremo annaffiato prima.

  4. Infine, mettiamo il vaso fuori, in penombra.

Mantenendo il substrato umido, radicherà in circa 15 giorni.


Tempo di piantagione o trapianto


In primavera, quando il rischio di gelo è passato, seguendo questo passo per passo:


Piantare in giardino



  1. Per prima cosa, assicurati che il terreno sia acido, con un pH tra 4 e 6. Se hai dei dubbi, ti consigliamo di leggere questo articolo.

  2. Poi, faremo una buca per piantare, circa 50 x 50cm.

  3. Poi, versare uno strato di circa 10-15 cm di ghiaia fine, argilla vulcanica o simile. Questo sarà particolarmente utile se dovesse piovere torrenzialmente.

  4. Poi, aggiungere un po’ di terra da giardino mescolata con il 20% di perlite.

  5. Il passo successivo è quello di togliere la pianta dal vaso, facendo attenzione a non manipolare troppo le sue radici, e inserirla nella buca, facendo attenzione che non sia né troppo alta né troppo bassa.

  6. Infine, il riempimento è finito e la pianta viene annaffiata.

Cambiare la pentola



  1. Per cambiare il vaso, riempite prima quello nuovo con un po’ di substrato per piante acide.

  2. Poi la pianta viene rimossa dal suo «vecchio» vaso.

  3. Poi mettetelo nel suo nuovo vaso. Se vediamo che è troppo alto o troppo basso, lo rimuoviamo o aggiungiamo altro substrato.

  4. Finiamo di riempirlo completamente.

  5. E infine, annaffiatela coscienziosamente.

Piaghe e malattie


È molto resistente, ma può essere colpita da virus che causano la comparsa di macchie sulle foglie. Per combatterli, l’unica cosa che si può fare è tagliare le parti colpite e mantenere la pianta adeguatamente fertilizzata.


Resistenza


I fiori della Daphne odora possono essere bianchi o rosa.


È molto resistente, potendo vivere in luoghi dove il mercurio nel termometro scende a -8ºC. Quindi, non dovrai preoccuparti del freddo 🙂 .


Naturalmente, se nella vostra zona la temperatura annuale è più bassa, allora dovrete proteggerla con un tessuto antigelo o in una serra domestica per esempio.


Conoscevi la Daphne odora e cosa ne pensi?

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *