Cura del callistemon in vaso

callistemon in vaso


Ci sono momenti in cui alcune piante non possono essere tenute in vaso perché hanno bisogno di troppo spazio. Nel caso dei callistemon in vaso è possibile, ma avete mai pensato a come curarli, e se sono diversi dalle cure che gli date quando sono in giardino?


Se avete un callistemon in vaso, o se avete intenzione di averne uno, vi diamo tutte le chiavi per garantire che sopravviva e duri a lungo. Prendete nota.



Che aspetto ha un callistemon


Che aspetto ha il callistemon


Prima di tutto, parliamo del callistemon. È una pianta arbustiva che va anche sotto il nome di scovolino, ginestra rossa o albero delle spazzole. È un sempreverde originario dell'Australia.


Piantato in terra può facilmente raggiungere i 2-4 metri di altezza, ma in vaso raramente supera il metro e mezzo di altezza. Le sue foglie sono lanceolate, verde brillante e lineari lungo il fusto. Sono lunghi tra i 3 e i 7 centimetri.


Ma ciò che più colpisce del callistemon sono i suoi fiori, che appaiono in primavera, sotto forma di grappoli di un colore rosso molto intenso. Questi sono lunghi circa 15 centimetri e assomigliano esteticamente a una scopa o a un pulitore di bottiglie. Anche se abbiamo detto che sono grappoli rossi, la verità è che ci sono varietà che possono avere grappoli viola o addirittura lilla. Ma di solito sono rossastri.


Per quanto riguarda il frutto, ha la forma di una capsula di circa 5 centimetri di diametro.


Il motivo per cui il callistemon in vaso sopravvive è che è una pianta a crescita lenta, il che significa che può essere tenuta in vaso per un po', ma quando è molto grande è meglio piantarla in giardino.


Cura del callistemon in vaso


Cura del callistemon in vaso


Abbiamo visto che è possibile avere un callistemon in un vaso. Ma questo non significa che non si debba occupare di questa pianta, a volte un po' più seria. Quali sarebbero? Ve lo diremo.


Posizione e illuminazione


Il callistemon si adatta bene sia all'interno che all'esterno. Anche se la sua posizione ideale sarebbe all'esterno, si può certamente tenerlo in casa.


Naturalmente, ama il sole. All'esterno lo mettereste in pieno sole perché ha bisogno di molta luce. Quindi all'interno si dovrebbe cercare di metterlo in una zona che riceve molta luce solare, anche diretta. Se vedete che comincia ad appassire, o che la pianta sembra sbiadire, vi consigliamo di portarla fuori, perché ha bisogno di più luce.


Temperatura


Essere nativo dell'Australia significa avere una pianta tropicale che non si preoccupa delle alte temperature. In altre parole, tollera molto bene il calore. Ma quando si tratta di freddo, non così tanto.


Può sopportare leggere gelate in inverno, ma per sopravvivere ha bisogno di essere protetta. Se è in un vaso, mettere una rete protettiva, o anche coprire il terreno in modo che non soffra il freddo attraverso le sue radici, lo aiuterà a superare la stagione fredda molto meglio. In generale, fino a -12 gradi Celsius resisterà, purché non sia una costante.


Suolo


Il terreno del callistemon in vaso deve essere un po' acido se si vuole che si sviluppi correttamente. Ma deve anche contenere nutrienti e drenaggio in modo che l'acqua non si accumuli all'interno e faccia marcire le radici della pianta.


Come raccomandazione, si può usare il terreno usato per i rododendri, che è molto nutriente e ben drenato.


È importante dargli un terreno ricco di materia organica perché sarà in un vaso, e la pianta non può cercare le sostanze nutritive da sola. La cosa buona è che questo tipo di terreno trattiene meglio l'acqua, quindi non dovrete innaffiarlo tanto.


Annaffiare il callistemon in vaso


Una delle cure più importanti per il callistemon in vaso è l'irrigazione. In generale, l'irrigazione deve essere fatta secondo la stagione:



  • In estate, ogni 2-3 giorni.

  • In inverno, dipenderà dal freddo e dall'umidità, ma normalmente una volta alla settimana o ogni 10 giorni.

Se è in un vaso, un piccolo trucco che si può fare in estate è quello di mettere un piattino sotto di esso con acqua in modo che possa assorbire l'acqua di cui ha bisogno. Se vedete che l'acqua non si è asciugata in 15 minuti, potete toglierla e aggiungerne un po' di più il giorno dopo in modo che il terreno sia sempre umido (sempre che non vi sembri che il terreno sia troppo bagnato).


impianto di pulizia dei tubi


Fertilizzante


I callistemon in vaso avranno bisogno di essere concimati. Questo si fa sempre in estate e ogni 15 giorni, con cosa? Beh, può essere compost e colata di vermi, guano, letame... che sono opzioni che aiutano a nutrire ancora di più la pianta.


Tuttavia, se l'hai appena piantato con terra nuova, non dovresti concimarlo in quella stagione (viene piantato in primavera ma non è consigliabile concimarlo in estate). Oppure, se lo fate, distanziate i tempi di concimazione per evitare di saturarlo e che la pianta cresca troppo in una volta sola e sprechi la sua energia.


Potatura


Si effettuano due potature: una di mantenimento, in cui bisogna tagliare i rami che escono dalla formazione del cespuglio che avete deciso; e un'altra all'inizio dell'estate, per tagliare le infiorescenze e migliorare così la fioritura.


In inverno di solito non si taglia, al massimo sarebbe meglio aspettare la primavera e rimuovere le foglie secche o i rami che non sono più utili.


Parassiti e malattie del callistemon in vaso


È qui che dovrete combattere una vera guerra. È un arbusto che è particolarmente "affezionato" agli acari, agli afidi e alle cocciniglie.


In tutti questi casi ci sono dei rimedi per sbarazzarsi di loro, quindi devi solo stare attento ai segni e agire prima che facciano danni alla tua pianta.


Moltiplicazione


Il Callistemon può essere propagato in due modi diversi: per seme o per talea.


I semi dovrebbero essere piantati in primavera, anche se vengono raccolti in autunno. Mentre le talee devono essere lunghe circa 30-40 centimetri e bisogna usare un radicante per farle sopravvivere.


In entrambi i casi bisogna usare un terreno che si mantiene sempre umido e all'inizio bisogna tenerlo in penombra e poi, quando le piantine cominciano a crescere o si vede che le talee mettono fuori le proprie foglie e reagiscono positivamente, si può spostare in pieno sole. Questo di solito richiede circa un mese.


Vedi come è facile avere un callistemon in un vaso?

Deja una respuesta

Subir