Dipladenia blanca: significato, usi e altro

La dipladenia bianca è molto bella


Ladipladenia bianca è una pianta che può essere coltivata all’interno, ma a volte viene anche coltivata all’esterno in piccoli tralicci o giardini. Il suo tasso di crescita è veloce durante i mesi più caldi, ma più lento o addirittura inesistente in inverno. A causa della sua origine ed evoluzione, i suoi geni sono programmati per resistere al calore, ma senza essere soffocanti; al contrario, le basse temperature distruggono le cellule, così che la pianta si indebolisce e può morire, soprattutto se si verifica il gelo.


Per questo motivo, un modo per mantenerlo sempreverde e sano nelle regioni temperate è quello di tenerlo in casa, almeno durante i mesi freddi dell’anno. Scopriamo di più su di esso.



Qual è il significato della dipladenia bianca?


La dipladenia bianca è un rampicante


Gli esseri umani hanno la tendenza a dare un nome a tutto, e ad associare le emozioni a momenti o colori, anche se a volte questi significati sono un po’ contraddittori. Per esempio, il nero è il simbolo della morte, della perdita e della notte, ma è anche il colore dell’eleganza, del potere e del prestigio.


Quindi, come curiosità, è bene sapere cosa significa il colore bianco della dipladenia, perché può essere utile se si vuole regalarla a qualcuno per un’occasione speciale, o decorare la casa per creare un’atmosfera tranquilla. Quindi cosa significa? Beh, dobbiamo partire dalla premessa che il bianco è sempre stato associato alla purezza, alla pulizia, alla calma e all’innocenza. È il colore usato per dipingere le pareti dei centri sanitari, così come le case, gli alberghi, ecc. Ma che dire delle dipladenie con fiori bianchi?


Anche questi hanno un significato molto bello. Senza dimenticare quello che abbiamo già detto sul bianco, i loro fiori sono associati al miglioramento di sé. Per questo motivo, sono un buon regalo per coloro che stanno attraversando un momento difficile. Inoltre, il bianco è un colore molto bello, e ancora di più se è il colore dei fiori di una mandevilla, quindi è una buona scusa per sorridere.


Quali sono i suoi usi?

Le dipladenie bianche sono rampicanti

Immagine – Flickr/Stefano


Il nostro protagonista è un rampicante che viene usato come pianta ornamentale. Non ha altri usi, poiché la sua linfa è tossica: se entra in contatto con le ferite, provoca irritazione, prurito e arrossamento; anche sulla pelle sana, se è sensibile, può provocare questi sintomi in misura maggiore o minore, a seconda del grado di sensibilità e di come il tuo corpo reagisce ad essa.


Per evitare problemi, è importante indossare guanti ogni volta che si maneggia, ma non guanti qualsiasi: devono essere di gomma, impermeabili, come quelli usati per lavare i piatti per esempio. Inoltre, ogni volta che si deve potare, cosa che si può fare se gli steli crescono troppo a fine inverno o inizio primavera, si devono usare forbici pulite, precedentemente disinfettate con alcol da farmacia.


Ora, dove si può coltivare? Beh, per esempio:



  • In vaso o in terra per coprire tralicci, archi o colonne.

  • Sul balcone o su un tavolo alto come pianta pensile.

  • Nel giardino su tralicci.

Come prendersi cura di una Dipladenia bianca?

Articolo correlato:Dipladenia: cura in casa e all’aperto

La cura che dovete fornire a una dipladenia bianca è la stessa di qualsiasi altra dipladenia. Per cominciare, bisogna tenere presente che stiamo parlando di piante che hanno bisogno di luce, calore e alta umidità, quindi in inverno le temperature scendono sotto i 5ºC, dovrete proteggerla o in casa o con un telo antigelo, anche se quest’ultimo è utile solo se ci sono gelate ma sono molto deboli (fino a -2ºC) e occasionali.


Un’altra cosa da fare è innaffiarli. Non tollerano la siccità, quindi hanno bisogno di essere annaffiati ogni volta che il terreno si asciuga. Ma attenzione a non mantenere il terreno permanentemente umido, perché se c’è una cosa che temono più della siccità, è troppa acqua, che fa marcire le radici. Infatti, per evitare problemi, è una buona idea inserire un sottile bastoncino di legno sul fondo e vedere se esce pulito (nel qual caso bisogna annaffiare) o se, al contrario, vi ha aderito troppa terra. Ma in generale, dovrebbero essere annaffiati ogni 3 o 4 giorni in estate, e ogni 5-7 giorni il resto dell’anno.


La Dipladenia è una rampicante da interno.


Infine, si raccomanda vivamente di concimarli tutto l’anno, anche in inverno. È importante che crescano il più possibile quando il tempo è caldo, in modo che siano forti in autunno e in inverno, ma anche che, con la concimazione invernale, affrontino meglio il freddo. Nel primo caso, usate fertilizzanti a rilascio rapido, come il guano o il concime per piante da fiore; nel secondo, optate per prodotti a rilascio lento, come i getti di vermi.


Quindi spero che la tua dipladenia bianca cresca sana e felice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *