melon piel de sapo

Coltivazione del melone piel de sapo, il melone più longevo

Il melone piel de sapo è dolce


Il melone piel de sapo è un frutto delizioso, che ci aiuta a placare la nostra sete, qualcosa che è certamente apprezzato durante l'estate. Tuttavia, è interessante sapere che sebbene sia considerato un frutto della stagione più calda dell'anno, si può anche estendere la sua stagione fino all'autunno; e se il clima è mite o se avete una serra riscaldata, non è raro ottenerlo anche in primavera.


Lasua coltivazione non è complicata, ma richiede alcune conoscenze per evitare problemi. È abbastanza vulnerabile ai funghi, e anche se deve essere annaffiata spesso, l'eccesso d'acqua danneggia le sue radici.

Origine e caratteristiche del melone piel de sapo

La pianta del melone viene seminata in primavera

Immagine – Wikimedia/Afrobrasileña


Il nostro protagonista è una pianta il cui nome scientifico è Cucumus melo ‘Santa Claus', così, come non potrebbe essere altrimenti, riceve i nomi di melone di Santa Claus o melone di Natale, così come pelle di rospo o melone pelle di rospo. La sua origine è in Spagna, dove viene coltivato in circa 30.000 ettari in tutto il paese, soprattutto nel sud di Madrid.


Le caratteristiche sono le stesse delle altre varietà, cioè: è strisciante, i fusti sono morbidi e pelosi, e le foglie sono più o meno palmate, verdi. I suoi fiori sono piccoli, circa 1 cm di diametro, e gialli.


Ilfrutto è una bacca di circa 1 kg di peso, che nel caso della pelle di rospo è ellissoidale, verde con macchie scure. La polpa è di un verde molto più chiaro, dal sapore dolce ma molto meno del melone giallo canarino, e contiene semi giallastri lunghi circa 0,5 cm.


Come si coltiva il melone piel de sapo?


Per una coltivazione di successo, si consiglia di prendere in considerazione quanto segue:


Posizione


Come il resto dei Cucumis, è una pianta che ha bisogno di stare all'aperto, in pieno sole. È importante lasciare una distanza di almeno 50 cm tra gli esemplari per evitare che gli steli si aggroviglino.


Suolo



  • Giardino: cresce in un terreno profondo, fertile e alcalino.

  • Vaso: riempire con compost per orti urbani (in vendita qui). In ogni caso, devi sapere che per produrre frutti di qualità è necessario che il contenitore sia il più largo e profondo possibile (circa 60 cm di diametro e circa la stessa altezza, per esempio).

Irrigazione

I fiori di melone sono gialli

Immagine – Flickr/Dinesh Valke


Le annaffiature devono essere frequenti, assicurandosi che il terreno sia sempre umido ma non inzuppato d'acqua. Evitare anche di bagnare le foglie, i fiori e i frutti, perché marciscono facilmente; infatti, per questo motivo non si coltiva in aiuole, ma è preferibile fare dei solchi laterali, o nel caso di averla in vaso, installare un sistema di irrigazione a goccia, fatto in casa o acquistato.

Articolo correlato:Fai la tua irrigazione a goccia fatta in casa

Fertilizzazione di


Durante tutta la stagione

si consiglia di concimare il melone piel de sapo con fertilizzanti organici, come il compost o il guano per esempio. Tenete solo presente che se lo avete in vaso, è preferibile utilizzare fertilizzanti liquidi o, in mancanza di questi, fertilizzanti granulari, seguendo le istruzioni sulla confezione del prodotto.

Moltiplicazione


Simoltiplica per seme

, normalmente in primavera ma, come abbiamo detto all'inizio, si può fare in qualsiasi momento dell'anno se si ha una serra. Il passo da seguire è il seguente:

  1. Per prima cosa, riempite un vassoio da semina (in vendita qui) e annaffiatelo coscienziosamente.

  2. Poi metti un massimo di due semi in ogni alveolo e coprili con un sottile strato di compost.

  3. Si può poi spruzzare un po' di spray fungicida che NON contiene zolfo (è sensibile ad esso) per prevenire i funghi, che potrebbero danneggiare i semi.

  4. Infine, metti il semenzaio in un normale vassoio -senza fori- e metti tutto fuori, in pieno sole.

Riempite d'acqua la vaschetta sottostante per annaffiarla regolarmente, ma evitate che il substrato si impregni d'acqua. Di solito bastano circa 2 centimetri d'acqua alla volta.


Potatura


Si consiglia di potarlo una volta al mese per controllarne la crescita. Per fare questo, lasciate crescere 4-5 foglie vere e poi toglietene 2-3. Quando spuntano gli steli laterali, bisogna lasciar crescere 5-6 foglie e poi toglierne 3-4.


Avete più informazioni qui:

Articolo correlato:Com'è la potatura del melone?

Malattie


È molto sensibile ai funghi

, specialmente all'oidio, che si manifesta con la comparsa di una o più macchie biancastre o grigiastre sulla superficie delle foglie che si allargano. Alla fine, queste foglie si seccano e muoiono.

Per prevenirli è necessario concimare di tanto in tanto, poiché questo rafforza il sistema immunitario della pianta. Ma se ci sono già dei sintomi, è meglio staccare le foglie colpite e trattare con un fungicida sistemico senza zolfo.


Raccolta di


Viene raccolto quando ha raggiunto le dimensioni definitive (30 cm di lunghezza per 15 cm di altezza circa) e ha il colore caratteristico del melone a pelle di rospo, in linea di massima tra i 110 e i 200 giorni dopo la semina

.

Valore nutrizionale di piel de sapo

Il melone piel de sapo è una pianta

Immagine – Flickr/Arthur Chapman


Il melone piel de sapo serve come dessert leggero e rinfrescante, ma il suo valore nutrizionale è anche abbastanza interessante. Per 100g, è il seguente:



  • Calorie: 55

  • Sodio: 15mg

  • Carboidrati: 14g

  • Fibra: 1g

  • Glucosio: 7g

  • Proteine: 1g

  • Vitamine:

Conservazione


Avendo una pelle dura, è uno dei migliori e meglio conservati. Prima di servirlo, si può conservare per uno o due giorni a temperatura ambiente, ma una volta tagliato va tenuto in frigorifero dove può rimanere fino a sei settimane.


Che tu abbia una buona semina 🙂 .

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *