icaco fruta

Caratteristiche e cura dell’Icarus

Frutto di Icaro

Immagine – Flickr/Mauricio Mercadante


Le piante tropicali che producono frutti commestibili sono spesso di grande valore ornamentale, e l'icaco non è da meno. Si tratta di un arbusto o raramente di un albero che ha foglie verde brillante molto appariscenti. Inoltre, può essere coltivato in tutti i tipi di giardini, piccoli o grandi, e anche in vaso.


Tutto ciò di cui ha bisogno è sole, acqua e calore, lo sappiamo?

Origine e caratteristiche dell'Icaco

Le foglie di Icaro sono sempreverdi

Immagine – Wikimedia/Daniel Di Palma


Il nostro protagonista è una pianta sempreverde che cresce tra 1 e 10 metri il cui nome scientifico è Chrysobalanus icaco. È originaria dell'America tropicale e del bacino dei Caraibi, compresi Cuba, il sud della Florida e le Bahamas. Le sue foglie sono ovali, quasi rotonde, verdi e con una consistenza simile al cuoio. Sono lunghe da 3 a 10 cm e larghe da 2,5 a 7 cm.


I fiori sono piccoli, bianchi e sono raggruppati in grappoli che appaiono in tarda primavera. Il frutto matura a fine estate ed è una drupa che può misurare da 2,5 a 5 cm di diametro ed essere rosa, viola scuro o viola rosato. È commestibile e viene usato per fare gelatine.


Come prendersene cura?


Se si desidera avere un campione di icaco, si consiglia di fornire le seguenti cure:


Posizione



  • All'esterno: pieno sole. Se avete intenzione di tenerlo in giardino, piantatelo ad almeno 2 metri di distanza da altre grandi piante.

  • All'interno: In una stanza con molta luce naturale, lontano da correnti d'aria fredde e calde, e con alta umidità.

Suolo



  • Vaso: terriccio universale mescolato con il 30% di perlite. Il vaso dovrebbe avere dei buchi nella base attraverso i quali l'acqua può defluire durante l'innaffiatura, poiché questo eviterà che le radici marciscano.

  • Giardino: è indifferente, purché sia fertile e abbia un buon drenaggio. Tollera il sale. Se il vostro terreno è molto compatto e povero di nutrienti, fate una buca di impianto di 1m x 1m, e riempitela con una miscela di pacciame con il 30% di perlite o simile.

Irrigazione


Le annaffiature devono essere frequenti perché non tollera la siccità. Deve essere annaffiato 3-4 volte alla settimana in estate, e un po' meno il resto dell'anno. Inoltre, si dovrebbe usare preferibilmente acqua piovana, ma se non è possibile ottenerla, altre opzioni sono l'acqua per il consumo umano, o l'acqua più pura possibile.


Quando si annaffia, inumidire il terreno o il substrato, mai la pianta. Per risparmiare un po' d'acqua, è consigliabile innaffiare la sera, perché se lo si fa al mattino il substrato o il terreno rimarrà bagnato per meno tempo.


Fertilizzazione di

I fiori di Icaro sono piccoli

Immagine – Flickr/Karen


Dall'inizio della primavera fino alla fine dell'estate è consigliabile usare fertilizzanti organici su base mensile. Tenete presente che se lo avete in un vaso è preferibile usare fertilizzanti liquidi in modo che il drenaggio rimanga corretto; d'altra parte, se lo avete in terra, potete usare polvere o granuli.


Uno dei più raccomandati è il guano, poiché è molto ricco di nutrienti ed è rapidamente efficace. Ma si può anche usare letame di animali erbivori, pacciame, compost o altro.


Tempo di piantagione o trapianto


In primavera, quando la temperatura è di almeno 15 gradi.


Moltiplicazione


Per seme in primavera. Seguite questo passo per passo:



  1. Per prima cosa, riempite un semenzaio, come un vassoio di semi o vasi, con un substrato specifico (in vendita qui).

  2. Poi, annaffia coscienziosamente e metti uno o due semi in ogni alveolo o vaso.

  3. Poi, cospargere di polvere di rame o zolfo per prevenire i funghi.

  4. Viene poi coperto con un po' di terra.

  5. Infine, annaffiare e mettere le piantine all'esterno in penombra.

Se tutto va bene, germineranno in circa 10-15 giorni.


Parassiti e malattie


Icaco è abbastanza resistente in generale; tuttavia, in ambienti secchi e caldi può essere colpito da acari rossi, cocciniglie e afidi soprattutto. Questi possono essere trattati con terra diatomacea o sapone di potassio.


Potatura


Non ne ha bisogno. Ma se vedete che ha un ramo rotto o secco, potete tagliarlo usando delle forbici da potatura precedentemente disinfettate con alcool.


Resistenza


Non tollera il gelo. La temperatura minima per poterlo coltivare all'aperto tutto l'anno deve essere superiore ai 10 gradi centigradi.


Quali sono gli usi di icaco?

I frutti dell'icaco sono commestibili

Immagine – Wikimedia/Forest e Kim Starr


Questa è una pianta con diversi usi:


Ornamentale


È molto decorativo. Può essere tenuto in vaso, così come in qualsiasi tipo di giardino, grande o piccolo.


Commestibile


Ifrutti possono essere consumati senza problemi; infatti è noto il suo uso come gelatina. Il sapore è mite, tanto che nei loro luoghi d'origine sono chiamati dolci icaco.


Cosa pensi dell'impianto icaco?

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *