jazmin chino flores e1617956257186

Caratteristiche e cura del gelsomino cinese

Il gelsomino cinese ha fiori bianchi

Immagine – Flickr/Kai Yan, Joseph Wong


Ilgelsomino cinese è una vera meraviglia. Produce fiori piccoli ma molto profumati che non lasciano indifferente nessuno. Sembra perfetto in qualsiasi angolo, purché riceva la luce diretta del sole, e non ha bisogno di molto per essere e stare bene.


Tuttavia, se volete che sia perfetto (e non solo buono) vi consiglio di continuare a leggere. Scoprirete tutto quello che dovete sapere per prendervi cura della vostra preziosa pianta.

Origine e caratteristiche del gelsomino cinese

La pianta di gelsomino cinese è una pianta a crescita rapida

Immagine – Wikimedia/infomatique


La nostra protagonista è una pianta originaria della Cina che è conosciuta con i nomi di gelsomino cinese, gelsomino cinese e gelsomino invernale. Il suo nome scientifico è Jasminum polyanthum. È un rampicante che ha foglie decidue o sempreverdi a seconda del clima. Queste sono opposte, formate da 5-9 piccole foglie verde scuro. I fiori appaiono in primavera distribuiti in pannocchie e sono bianchi all'interno e rosa all'esterno.


Ha una crescita abbastanza rapida, ma se in qualsiasi momento dobbiamo potarla per controllarla, possiamo farlo senza problemi in qualsiasi momento dell'anno tranne quando fiorisce.


Di quali cure ha bisogno?


Se avete intenzione di ottenere un esemplare di gelsomino cinese, si consiglia la seguente cura:


Posizione


Dove mettere il gelsomino cinese? In realtà, poiché è una pianta che tollera le potature e non è molto colpita dalle gelate, purché siano deboli, si consiglia vivamente di averla all'aperto. In una zona con ombra parziale crescerà meravigliosamente. Tuttavia, in luoghi dove non c'è luce, non sarà in grado di crescere bene.


D'altra parte, bisogna tenere presente che le sue radici non sono invasive. Questo è ottimo, perché se lo avete in giardino potete piantare altre piante vicino ad esso senza dovervi preoccupare. Infatti, potrebbe essere interessante piantare questo gelsomino e un altro rampicante simile, come il Trachelospermum jasminioides, accanto a un traliccio o un pergolato per coprirlo.


Terreno o substrato


Non è esigente, ma è importante che abbia un buon drenaggio perché non tollera il ristagno d'acqua. In ogni caso, in caso di dubbio vi raccomandiamo:



  • Per i vasi: utilizzare un substrato universale, o se si preferisce del pacciame. Si può mescolare con il 30% di perlite, o aggiungere un primo strato di arlite.

  • Per il giardino: il terreno del giardino deve essere fertile e non deve essere compattato.

Irrigazione

Jasminum polyanthum è un piccolo rampicante.

Immagine – Wikimedia/Forest & Kim Starr


L'irrigazione deve essere moderata, ma sempre tenendo conto delle caratteristiche del clima della zona. Così, se le temperature superano i 30 gradi in estate e inoltre in quella stagione non piove affatto o quasi niente, sarà necessario innaffiare abbastanza spesso perché il terreno si asciugherà rapidamente. D'altra parte, in inverno con l'abbassamento delle temperature il gelsomino cinese smetterà di crescere, quindi avrà bisogno di meno acqua perché anche il terreno rimarrà umido più a lungo.


Quando si annaffia, aggiungere acqua fino a quando si vede che il terreno è ben inumidito. Se lo avete in un vaso, è consigliabile non mettere un sottovaso sotto di esso, ma se volete metterne uno, ricordatevi di rimuovere l'acqua in eccesso 10-20 minuti dopo l'innaffiatura.


Fertilizzazione di


Durante tutta la stagione di crescita, cioè dalla primavera all'estate, può essere concimato con gusci d'uovo, gusci di banana, bustine di tè o altri fertilizzanti organici come il guano.


Se si preferisce, è anche interessante usare fertilizzanti pronti all'uso, come quello per le piante verdi (in vendita qui) o quello per le piante da fiore (in vendita qui).


Tempo di piantagione o trapianto


Non vedi l'ora di piantarlo in giardino? Se è così, il momento migliore per farlo è in primavera, soprattutto quando il rischio di gelo è alle spalle.


Se lo avete in un vaso e vedete che le radici stanno uscendo, o il substrato sembra essere molto consumato, potete anche piantarlo in un vaso più grande in quella stagione.


Potatura


In inverno dovreste potarlo per pulirlo, rimuovendo i rami morti, malati o rotti, e quelli che si sono incrociati o sono cresciuti troppo. Durante l'anno si possono potare i rami che ne hanno bisogno, vale a dire, si può tagliare un po' togliendo le foglie tenere.


Usare forbici pulite per prevenire l'infezione.


Moltiplicazione


Il gelsomino cinese è una pianta che si moltiplica per talee semidure con foglie alla fine dell'estate, e per polloni in primavera.


Resistenza


Resiste alle gelate fino a -5ºC. Se vivete in una zona dove il clima è più freddo, potete tenerlo in una serra o anche al chiuso.


Quali sono i suoi usi?

Il gelsomino cinese è una pianta sempreverde.


Il gelsomino cinese è una bella pianta che viene usata per la decorazione. Essendo un rampicante, è molto interessante per coprire tralicci, pergolati, tronchi d'albero secchi, muri o muretti,…


Come se non bastasse, può anche essere usato come bonsai. E con il tempo forma un bel tronco che può essere ispessito se viene potato regolarmente, dandogli uno stile bonsai definito.


Cosa ne pensi del gelsomino cinese?

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *