actinidia chinensis

Caratteristiche e cura dell’Actinidia

L'actinidia è una pianta rampicante.


Immagine – Wikimedia/Frank Vincentz


Gli Actinidia sono un genere di piante di grande interesse ornamentale e, soprattutto, agricolo. Possono crescere come alberelli o come rampicanti, producendo bellissimi fiori di buone dimensioni. Inoltre, i loro frutti sono, nella maggior parte delle specie, commestibili, avendo un sapore acido ma senza essere sgradevole.


Come se non bastasse, la sua coltivazione nelle regioni temperate è semplice; non a caso, sono originari delle zone dove i paesaggi sono coperti di neve durante l'inverno.

Origine e caratteristiche di Actinidia


Gli Actinidia sono alberelli o rampicanti originari delle regioni temperate dell'Asia orientale, arrivando fino alla Siberia sud-orientale e fino all'Indocina. Per questo motivo, sono in grado di sopportare senza problemi sia il freddo che le gelate moderate. Inoltre, di solito non superano i 6 metri di altezza, motivo per cui si coltivano sia in vaso che in terra.


Se parliamo dei suoi fogli, questi sono semplici, con il margine dentato e le peciolade. I fiori sono bianchi e possono essere solitari o raggruppati in infiorescenze chiamate corimbi. I frutti sono grandi bacche con piccoli semi neri.


Specie principali


Il genere è composto da 75 specie accettate su 121 descritte. Tuttavia, i più noti e popolari sono quattro:


Actinidia arguta

L'Actinidia arguta è una pianta resistente al gelo.

Immagine – Wikimedia/Hiperpinguino


L'Actinidia arguta è una specie di rampicante conosciuta come kiwi resistente o kiwi originario del Giappone, della Corea, della Cina settentrionale e della Russia orientale. Può raggiungere fino a 6 metri di altezza e le sue foglie sono caduche.


I suoi fiori sono dioici, quindi ci sono piante femminili e maschili. I suoi frutti sono bacche ovali con buccia liscia e di dimensioni più piccole rispetto al kiwi comune. Sono commestibili e possono essere mangiati interi.


Actinidia chinensis

L'Actinidia chinensis è una pianta rampicante.

Immagine – Wikimedia/JJ Harrison


L'Actinidia chinensis è un albero deciduo e fruttifero originario della Cina, in particolare della valle settentrionale del fiume Yangtze. Cresce tra i 6 e i 9 metri, soprattutto su pendii e burroni ad altitudini tra i 200 e i 2300 metri sul livello del mare.


È dioica, cioè i fiori maschili e femminili si trovano su piante diverse. Sono di colore giallastro. I frutti sono bacche ovali.


Compra i semi qui.


Actinidia deliciosa

L'Actinidia deliciosa è un rampicante che produce frutti commestibili.

Immagine – Wikimedia/Lazaregagnidze


L'Actinidia deliciosa è una pianta rampicante decidua popolarmente conosciuta come kiwi, kivi o actinidia. È originario della Cina e si trova principalmente nelle foreste irrigate dalle acque del fiume Yangtze. Può raggiungere un'altezza di 9 metri, anche se normalmente non supera i 5-6 metri.


È una specie dioica, cioè i fiori maschili e femminili sono su piante diverse. I frutti sono bacche ovali di circa 6 centimetri di lunghezza, con una polpa verde che è commestibile, con un gusto da sub-acido a piuttosto acido. La pelle può causare reazioni allergiche nelle persone sensibili.


Vuoi dei semi? Non finite.


Actinidia kolomikta


L'Actinidia kolomikta è un rampicante resistente.


Actinidia kolomikta è una specie di rampicante originaria di Russia, Corea, Giappone e Cina che cresce fino a 6 metri di altezza. Le sue foglie sono verdi, ma possono anche essere bianche, rosa o persino rosse, il che la rende una pianta molto interessante da coltivare nei giardini.


È dioica, per cui ci sono piedi maschili e femminili. I suoi fiori sono bianchi e le bacche sono gialle, di forma ovale e lunghe circa 3 centimetri.


Compra i semi da qui.


Di quali cure ha bisogno l'Actinidia?


Se avete il coraggio di coltivarne un po' nel vostro giardino o cortile, vi raccomandiamo di prendervene cura come segue:


Posizione


Sono piante che devono stare all'aperto, se possibile in pieno sole anche se tollerano un po' d'ombra. Inoltre, tenete presente che, anche se le sue radici non sono invasive, dovrebbero essere piantate ad almeno 2 metri di distanza da un'Actinidia e da qualsiasi altra pianta, soprattutto se quest'ultima è alta; altrimenti, la userà come supporto per arrampicarsi e potrebbe finire per causare problemi «togliendo luce» alle foglie.


Suolo



  • Vaso: si consiglia di riempirlo con compost, o con un substrato speciale per giardini urbani (in vendita qui).

  • Giardino o orto: il terreno deve essere ricco di materia organica e con un buon drenaggio.

Irrigazione

L'Actinidia kolomikta è una pianta ornamentale e commestibile.

Immagine – Wikimedia/Agnieszka Kwiecień, Nova


L'irrigazione deve essere frequente. Durante l'estate deve essere annaffiata in media 3-4 volte a settimana, e il resto dell'anno in media 2 volte a settimana. Comunque, in caso di dubbio, controlla l'umidità del suolo inserendo un bastoncino di legno sottile o scavando un po' con le dita.


Se l'avete in un vaso, non metteteci sotto un sottovaso, a meno che non vi ricordiate di togliere sempre l'acqua che rimane dopo averla annaffiata.


Fertilizzazione di


Dall'inizio della primavera fino a dopo l'estate dovrebbe essere concimato con fertilizzanti organici, come il pacciame, il compost o altri.


Potatura


Alla fine dell'inverno, i rami secchi, malati, deboli e rotti dovrebbero essere rimossi. Si dovrebbe anche cogliere l'opportunità di lasciare 3 rami laterali con circa 20 gemme per metro.


In estate è necessario fare una potatura di pulizia, tagliando quei rami che sono intrecciati, i fiori appassiti, rimuovere alcuni frutti, così come i polloni che stanno crescendo.


Moltiplicazione


L'actinidia si moltiplica per seme in autunno-inverno, seminandola in semenzaio, o con l'innesto di canne alla fine dell'inverno o di gemme alla fine dell'estate.


Impollinazione dei fiori

I fiori dell'Actinidia arguta sono bianchi.

Immagine – Wikimedia/Qwert1234


Per far fruttificare la tua pianta, se NON è innestata dovresti piantare un esemplare maschio e sette esemplari femmina vicino ad essa. In questo modo, gli insetti impollinatori come le api avranno un tempo più facile per impollinare i vostri fiori.


Raccolta di


I kiwi vengono raccolti all'inizio dell'autunno, quando hanno raggiunto la loro dimensione finale e si sentono un po' morbidi quando vengono leggermente premuti.


Resistenza


In generale tutte resistono alle gelate fino a -7ºC, tranne l'Actinidia arguta che resiste fino a -18ºC.


Per cosa sono usati gli Actinidia?


L'actinidia ha diversi usi:



  • Ornamentale: sono piante molto decorative, ideali per la coltivazione in vaso o in giardini a traliccio. Possono fornire un'ombra molto piacevole.

  • Culinaria: le bacche che producono sono commestibili in diverse specie. Di solito si mangiano come dessert, freschi, in torte o come bevanda.

  • Medicinali: i kiwi sono raccomandati per evitare e/o fermare la stitichezza, così come per migliorare il sistema immunitario.

Cosa ne pensi, ne hai qualcuno?

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *