Caratteristiche del satsuma, l’agrume più dolce

I frutti Satsuma assomigliano alle arance


Avete mai sentito parlare del satsuma? La verità è che non sarebbe strano per nessuno confonderlo con il mandarino: sono molto simili! Le foglie sono lunghe e verde scuro, il frutto è anch’esso acido ma non sgradevole… e hanno un aspetto simile.


Tuttavia, l’origine è diversa. E le loro caratteristiche, ovviamente, non sono esattamente le stesse. Conoscerlo.

Origine e caratteristiche del satsuma


Il satsuma è un albero da frutto.


Il nostro protagonista è un piccolo albero, o meglio un arbusto sempreverde originario del Giappone, che può raggiungere un’altezza massima di 4 metri. È conosciuto come satsuma, unshu mikan o semplicemente mikan, un termine che significa «agrumi dolci» in giapponese. La pianta appartiene al genere Citrus, cioè al genere degli agrumi, come l’arancia, il mandarino, il pompelmo e molti, molti altri.

Articolo correlato:Agrumi (Citrus)

Si caratterizza per avere foglie lanceoladas, di colore verde scuro. Ogni primavera spuntano fiori bianchi e aromatici, di più o meno 3cm di diametro, composti da cinque petali. Una volta impollinato, il frutto inizia a maturare e sarà pronto in autunno-inverno, non appena avrà raggiunto una dimensione da 5 a 7,5 cm di diametro e avrà cambiato colore da verde ad arancione.


Come prendersene cura?


Se avete il coraggio di avere un esemplare, vi consigliamo di seguire i nostri consigli per godere di una pianta la cui produzione aumenterà man mano che cresce e si rafforza 🙂 :


Posizione


Il satsuma ha bisogno di stare fuori, in pieno sole

. Poiché non è molto grande e non occupa molto spazio, è ideale da avere vicino a grandi piante, e anche a circa 4 metri dalla piscina per esempio.

Suolo



  • Giardino: come tutti gli altri agrumi, ha bisogno di un terreno fertile con un buon drenaggio dell’acqua e un pH neutro, leggermente acido (non meno di 5) o leggermente alcalino (non più di 7,5).

  • Vasi: una buona miscela sarebbe 70% compost da giardino urbano (in vendita qui) + 30% perlite (in vendita qui) o simile.

Irrigazione


Le annaffiature saranno da moderate a frequenti

, a seconda del clima soprattutto (più è caldo e secco, più avrà bisogno di essere annaffiato). Per darvi un’idea, in un clima costiero mediterraneo, con temperature fino a 38ºC in estate e fino a -2ºC in inverno, e con una stagione secca abbastanza marcata (può durare circa sei mesi, coincidendo con la primavera e finendo verso l’inizio dell’autunno), dovrebbe essere annaffiata circa 3 o anche 4 volte a settimana, tranne in inverno quando 1 o 2 annaffiature settimanali sono sufficienti.

Con questo in mente, si può avere un’idea di quando innaffiare. Ma in caso di dubbio, controllare sempre l’umidità del terreno prima di annaffiare, sia inserendo un bastoncino di legno sottile, o con un misuratore di umidità digitale (in vendita Nessun prodotto trovato.).


Fertilizzazione di

Satsuma è un piccolo albero da frutto

Immagine – Wikimedia/そ ら み み (Soramimi)


Dall’inizio della primavera fino alla maturazione dei frutti, si raccomanda vivamente di concimare il satsuma con fertilizzanti organici, come guano (in vendita qui), letame di mucca, compost, tra gli altri. Puoi anche, molto occasionalmente (una volta ogni due mesi per esempio) concimarlo con estratto di alghe (in vendita qui), ma insisto, non esagerare perché anche se è molto ricco di nutrienti è troppo alcalino.


Se vedete che le foglie stanno ingiallendo e l’avete in un terreno calcareo, innaffiatela con solfato di ferro o concimatela regolarmente con fertilizzanti per piante acide (in vendita qui) seguendo le indicazioni specificate sulla confezione.


Potatura


Non ha davvero bisogno di potatura. Rimuovere i rami secchi, malati e deboli alla fine dell’inverno.


Moltiplicazione


È una pianta che si moltiplica per semi o per innesto, innestandosi su altri agrumi come l’arancio trifolato o Citrus trifoliata.


Semi


Per germinare, i semi devono essere seminati in semenzai (vasi, vaschette, ecc.) con substrato specifico (in vendita qui), interrandoli non più di 1 cm e mantenendoli umidi ma non zuppi d’acqua, all’aperto in penombra.


In questo modo germinano in 1 o 2 mesi.


Innesto


Quello che si fa è un innesto a tassello o a T, con l’aiuto di un coltello da innesto e un nastro per unire l’innesto alla sua pianta ospite.


Avete tutte le informazioni qui:

Articolo correlato:Come fare un innesto a gemma.

Tempo di piantagione o trapianto


Il momento ideale per piantarlo nel giardino o nel frutteto, o per cambiarlo di vaso, è in primavera

.

Raccolta di


In autunno-inverno

. Gli esemplari ottenuti da seme impiegano in media otto anni per fruttificare.

Resistenza


Resiste al gelo fino a -9ºC.

Come curiosità dovete sapere che si dice che più freddo succede, più dolce sarà il suo frutto.

Quali sono gli usi del satsuma?


Il satsuma è simile al mandarino.


Ornamentale


È un arbusto molto decorativo, elegante, e anche abbastanza facile da curare. Può essere coltivato sia in terra che in vaso, e vive bene in un’ampia varietà di climi

.

Commestibile


Questo è l’uso più popolare. In particolare, è usato per fare succhi di

frutta, anche se può essere mangiato anche come dessert.

Cosa pensi del satsuma?

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *