capparis spinosa

Capperi

Capperi


I capperi sono piccoli arbusti sempreverdi i cui frutti sono ampiamente utilizzati in cucina. Hanno foglie piccole e grandi fiori bianchi molto belli. Questa pianta è molto facile da coltivare e mantenere, e può essere tenuta sia in vaso che nell'orto.


Volete sapere tutto al riguardo?

Caratteristiche dei capperi


Capperi in habitat


I capperi sono piante che crescono fino a un metro e mezzo di altezza, originarie dell'Europa meridionale. Il suo nome scientifico è Capparis spinosae appartengono alla famiglia delle Capparidaceae. Le foglie sono semplici e picciolate, alla base delle quali c'è una coppia di uncini spinosi chiamati tecnicamente stipole. Si comportano come le perenni, vale a dire che invece di cadere in autunno, lo fanno durante tutto l'anno nello stesso momento in cui ne crescono di nuovi.


I fiori si aprono in primavera, all'ascella delle foglie. Possono raggiungere fino a 10 cm di diametro, con due petali bianchi, quattro sepali verdastri e stami violacei. I boccioli dei fiori, noti come capperi, vengono raccolti per il consumo, così come i frutti, noti come capperi, che finiranno di maturare verso la fine dell'estate o l'inizio dell'autunno.


Come vengono curati?


Foglie di capperi


I capperi sono piante molto grate che possono crescere in climi dove le precipitazioni sono scarse. Infatti, sono molto resistenti alla siccità. Ma naturalmente, nella coltivazione, è sempre una buona idea aiutarli a essere belli e a produrre una grande quantità di boccioli di fiori e frutti. Quindi come ci si prende cura di loro?


Posizione


Posizionateli in una zona con luce solare diretta, poiché non crescono bene in penombra.


Terreno o substrato


I capperi possono prosperare in tutti i tipi di terreno, anche quelli calcarei. D'altra parte, se avete intenzione di tenerlo in un vaso, vi consiglio di usare torba nera mescolata con parti uguali di perlite.


Irrigazione


L'irrigazione deve essere regolare: 3-4 volte alla settimana in estate e ogni 6 giorni il resto dell'anno. È importante evitare che il terreno o il substrato si impregnino d'acqua, quindi se hai dei dubbi, controlla l'umidità inserendo un sottile bastoncino di legno il più lontano possibile, e se esce praticamente pulito, la pianta ha bisogno di acqua.


Fertilizzante


Capparis spinosa


Non è essenziale, ma si può concimare con qualsiasi fertilizzante organico liquido se è in un vaso, o in polvere se è in terra, come il guano o l'humus.


Potatura


Ogni volta che lo ritenete necessario, potete tagliare i suoi rami e rimuoverequelli deboli o malati.


Resistenza


Se la temperatura nella vostra zona in inverno è inferiore a -2ºC, dovreste proteggerli dal freddo e dal gelo, per esempio avvolgendoli nella plastica se è mite, o portandoli in casa se è estrema.


Peste e malattie


I capperi sono molto resistenti ai parassiti e alle malattie, ma possono essere colpiti da funghi se vengono annaffiati troppo.


Come propagare i capperi


Frutto maturo del cappero


Si tratta di piante che si riproducono per mezzo di semi o talee. Vediamo come procedere in ogni caso:


Riproduzione per semi


Per seminare i capperi, la prima cosa da fare è, ovviamente, acquisire i semi in primavera. I frutti maturano alla fine dell'estate/inizio dell'autunno, ma durante questa stagione non è consigliabile seminare, soprattutto se il tempo è fresco.


Una volta che le temperature rimangono sopra i 15ºC, possiamo seminarli nel modo seguente:



  • Introdurremo i semi in un bicchiere d'acqua per 24 ore, in modo che l'embrione che è dentro si svegli.

  • Il giorno dopo, riempite un vaso con un substrato universale per piante mescolato con il 20% di perlite, e annaffiatelo bene.

  • Poi, metti un massimo di due semi per vaso.

  • Li copriamo con un po' di substrato (il minimo perché non siano visibili a occhio nudo).

  • E infine, torniamo all'acqua.

È necessario mantenere il substrato sempre leggermente umido, in questo modo i nostri capperi non impiegheranno più di due-tre settimane per germinare.


Riproduzione per talea semilegnosa


Le talee semilegnose di capperi dovrebbero essere ottenute all'inizio dell'estate. Per fare questo, è necessario:



  • Tagliare steli di 20-30cm.

  • Inumidire la base con acqua e impregnarla di ormoni radicanti in polvere.

  • Riempire un vaso con torba nera mescolata con parti uguali di perlite e acqua.

  • Fate un buco al centro del vaso (uno per ogni stelo).

  • Pianta gli steli.

Le talee germoglieranno molto presto, entro 1 mese, mantenendo il substrato umido.


Usa


Foglie di cappero


I capperi si usano soprattutto in cucina, per preparare salse, maionese, insalate… E sono molto produttivi: una sola pianta può produrre fino a 3 kg di boccioli che si possono usare per preparare piatti deliziosi.


Il gusto dei capperi è intenso, leggermente amaro.


Proprietà medicinali


Le proprietà medicinali di queste piante sono molto, molto interessanti: sono diuretiche, vasocostrittrici, antiemorroidarie e toniche.


Avete il coraggio di coltivare capperi?

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *