arboles jovenes

Quando è il momento migliore per piantare alberi?

Alberelli in un giardino


Quante volte siete andati in un vivaio e non avete preso l'albero che vi piaceva perché pensavate che non fosse il momento migliore per piantarlo, o al contrario lo avete acquistato ma lo avete tenuto in un vaso per troppo tempo? Non lo nego, molte volte. Si può essere convinti che devono passare solo X giorni o settimane prima di poter fare la buca per piantare, ma a volte succede che il tempo ti fa una sorpresa e ti costringe ad aspettare un po' di più.


Questo, essendo qualcosa che non piace a nessuno, è ora che finisca. Quindi vi spiegheremo qual è il momento migliore per piantare alberi nel vostro giardino.


Alberi da giardino


Glialberi sono una delle prime piante da piantare in un giardino, poiché in linea di principio saranno quelli che raggiungono le dimensioni maggiori (a meno che non vogliamo mettere delle palme, nel qual caso l'altezza di queste rivaleggerebbe con quella degli alberi). Per questo si dice che sono i «pilastri» del nostro particolare paradiso, perché è intorno a loro che pianteremo altre piante, quelle che porteranno movimento, armonia e anche colore al luogo.


Ma se vogliamo piantarli, dobbiamo farlo bene. Non c'è niente di peggio che, motivati dal desiderio di avere un giardino spettacolare il più presto possibile, compriamo quelli che ci piacciono e il giorno stesso li togliamo dai loro vasi per metterli nella loro posizione finale, senza scoprire se è il momento giusto per farlo.


La fretta non serve a niente. Infatti, possono lasciarci senza piante. E no, non sto esagerando.


Immaginate di aver appena comprato una jacaranda, per esempio, in autunno. Sembra bello con le sue foglie, anche se alcune di esse stanno probabilmente iniziando a cadere, ma per il resto sembra davvero sano. Decidi di piantarlo quel giorno. Ti metti dei guanti da giardinaggio, prendi la tua zappa e ti metti all'opera.


Una volta piantato, e durante le prime settimane, si vede che sta ancora bene, ma… proprio così, arriva il primo gelo dell'anno, un gelo che lo lascia senza foglie da un giorno all'altro. I rami passano dal loro caratteristico marrone chiaro al marrone scuro e poi al nero. Ne perde un po'.


Dopo un po', un'altra gelata. E altri rami diventano neri.


A questo punto, le radici hanno subito un danno significativo, poiché il terreno sarà freddo, che aggiunto al fatto che la jacaranda è un albero che in autunno-inverno è poco attivo, non ha molta energia per superare questo calo di temperatura.


Se continua a gelare frequentemente, o se nevica, la pianta potrebbe morire.


Questo è qualcosa che può essere evitato semplicemente piantando all'inizio della primavera e solo se il tempo è giusto per l'albero. Vediamo quindi il momento migliore per piantare alberi:

Cosa considerare prima di piantarli?


Albero con foglie


Se volete che i vostri alberi siano perfetti prima, durante e dopo la piantagione, vi consigliamo quanto segue:


Aspettare che l'albero si «riposi».


Gli alberi sono piante che, per crescere, hanno bisogno che le temperature, sia minime che massime, siano adatte a loro. Per esempio, quelli che vivono in regioni temperate riprenderanno la loro crescita non appena le temperature si aggirano intorno ai 15ºC, mentre quelli che sono tropicali hanno bisogno che sia più caldo, intorno ai 20-25ºC.


Nelle settimane o nei mesi in cui fa fresco o freddo, rimarranno dormienti. Questo è il momento in cui possiamo piantarli in giardino.


Differenziare gli alberi sempreverdi dagli alberi decidui


Gli alberi che hanno foglie sempreverdi, cioè che rimangono sempreverdi, riducono il loro metabolismo durante l'autunno-inverno. Il freddo può danneggiare considerevolmente le loro foglie se vengono piantate in questo periodo, quindi si consiglia vivamente di aspettare la fine dell'inverno per trasferirle in giardino.


Gli alberi decidui, d'altra parte, possono essere piantati appena prima del periodo di dormienza, che avviene appena le loro foglie cadono, o quando lo stanno finendo.


Se è malato, non piantarlo


A volte si può pensare che una pianta malata si riprenderà meglio se viene piantata nel terreno, ma la verità è che non è sempre così. Quando un albero si ammala, oltre a spendere energia per le sue funzioni di base (respirazione, fotosintesi, ecc.), deve anche spendere energia per difendersi, per mantenere il suo sistema di difesa il più attivo possibile. Se lo togliamo anche dal vaso e lo piantiamo, dovrà spendere ancora di più per superare questo trapianto, che tende a indebolirlo molto.


E naturalmente, quando diventa più debole, diventa molto attraente per gli insetti che causano parassiti e microrganismi che possono causare infezioni, soprattutto se è stato potato e/o le sue radici sono state manomesse. Pertanto, si consiglia di non piantarlo fino a quando non si è ripreso.


Come piantare gli alberi?

Vista dell'albero di guava

Immagine – Flickr/Mauricio Mercadante


Una volta che hai deciso quando piantarlo, ti starai chiedendo come farlo passo dopo passo, giusto? Bene, ci siamo:


Scegliere la sua posizione.


Per questo, bisogna sapere che dimensioni avrà l'adulto e che esigenze ha, perché a seconda di questo si dovrà metterlo lontano dalla piscina, o non ci saranno problemi a metterlo vicino alla casa, in una zona dove riceve la luce diretta del sole o in penombra,…


Innaffiare coscienziosamente


Affinché possa essere rimosso facilmente, e senza danneggiare le radici, dovrebbe essere annaffiato bene il giorno prima o lamattina presto.


Fare un grande buco


Il buco dovrebbe essere grande, idealmente 1m x 1m. Questo renderà più facile il rooting. Una volta fatto questo, riempilo d'acqua e controlla quanto tempo impiega il terreno ad assorbirla.


Se vedete che non appena lo versate, il livello del terreno scende ad un buon ritmo, questo è un buon segno, ma se vedete che rimane più o meno lo stesso dopo pochi minuti, dovrete riempire la buca con una miscela di terra da giardino e perlite o simile in parti uguali.


Riempire il buco


Bisogna riempirlo fino a quando non si vede che l'albero non sarà né troppo alto né troppo basso. Per esempio, se il vaso in cui si trova è alto 40cm, se la buca è di 1m, si dovrebbe riempire la buca di terra fino a 60cm di altezza.


Piantare l'albero


Toglierlo dal vaso, facendo attenzione a non maneggiare troppo le radici, e inserirlo nel buco, facendo in modo che sia più o meno al centro. Poi finisci di riempire il buco.


Se vedi che è necessario, cioè se il vento soffia molto nella tua zona o se il tronco dell'albero è molto sottile, puoi mettere un paletto per tenerlo in posizione.


Speriamo che ora tu sappia quando piantarli nel tuo giardino, e come farlo correttamente 🙂 .

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *