teucrium fruticans 2

Caratteristiche, cura e altro su Teucrium fruticans

Vista dell'arbusto Teucrium fruticans

Immagine – Flickr/José María Escolano


Pochi arbusti sono così resistenti e adattabili come il Teucrium fruticans. In climi piuttosto caldi e secchi è una specie molto interessante, poiché porta colore in un giardino dove di solito predomina il verde.


Inoltre, può essere potato per dargli forma, il che mi fa consigliare vivamente di comprare uno o più esemplari. Sono sicuro che non ve ne pentirete. E non preoccupatevi della loro cura: ve ne parlerò qui sotto… e molto di più 🙂 .

Origine e caratteristiche

Le foglie di Teucrium fruticans sono perenni.

Immagine – Wikimedia/James Steakley


Si tratta di un arbusto sempreverde il cui nome scientifico è Teucrium fruticans, ma è popolarmente conosciuto come teucrium, olivilla, salvia amara, olivera, salvia rabia o troyana reale. Cresce fino a un'altezza massima di 2 metri, anche se è normale lasciarla tra i 50 e i 150 cm. I suoi steli sono eretti, molto ramificati e glabri.


Le foglie misurano tra i 15 e i 55 mm per 8-35 mm e sono ovali, piatte, coriacee, intere, con la faccia verde oliva e la parte inferiore biancastra. I fiori sono raggruppati in grappoli e sono ermafroditi o femminili, bianco-rosa, lilla o bluastri. Il frutto è secco, obovoide e brunastro. Fiorisce in primavera e a volte anche in estate.


Come si cura?


Se finalmente decidete di comprare un esemplare, vi raccomandiamo di prendervene cura come segue:


Posizione


Deve essere all'aperto, in pieno sole. Potrebbe essere in penombra, ma solo se è in un posto dove riceve più luce che ombra.


Suolo



  • Vaso: è una pianta che si accontenta di poco. Mescolando il pacciame (in vendita qui) con il 30% di perlite (venduto qui) sarà perfetto.

  • Giardino: preferisce terreni fertili, profondi e sabbiosi. Per esperienza vi dirò che va bene anche nei terreni argillosi, anche se sono un po' poveri di nutrienti.

Irrigazione


È molto resistente allasiccità; infatti, questa è una delle qualità che la rendono così popolare nelle zone con clima mediterraneo o simile, poiché in questi luoghi le precipitazioni annuali sono di solito piuttosto basse. Dove vivo io, per esempio, riceve solo circa 350 mm all'anno e il teucrium non viene quasi innaffiato una volta che si è stabilito (dal secondo anno dopo la piantagione nel terreno).


Tuttavia, teme il ristagno dell'acqua. Ecco perché è consigliabile controllare l'umidità del terreno prima di annaffiare; questo ridurrà il rischio di marciume delle radici. Come? Molto semplice: basta usare un misuratore di umidità digitale, o inserire un sottile bastoncino di legno (se esce con molta terra attaccata, non annaffiare).


Fertilizzazione di

Il fertilizzante in polvere di guano è molto buono per Teucrium fruticans

Guano in polvere.


In primavera e in estate, una volta al mese si può concimare con fertilizzanti organici, come il guano o il letame di animali erbivori. Se è in un vaso, usate del fertilizzante liquido secondo le istruzioni sulla confezione.


Moltiplicazione


Teucrium fruticanssi moltiplica per semi in primavera e per talea alla fine dell'estate. Vediamo come procedere in ogni caso:


Semi



  1. Per prima cosa, riempite un vassoio per i semi (come questo che potete trovare qui) con del terriccio universale (in vendita qui).

  2. Poi, annaffiatela coscienziosamente.

  3. Poi, metti un massimo di due semi in ogni alveolo e coprili con un sottile strato di substrato.

  4. L'acqua viene poi spruzzata sulla superficie.

  5. Infine, mettete il vassoio dei semi all'esterno in pieno sole.

Germineranno in circa 2 settimane.


Talee


Per moltiplicare per talea, basta tagliare un pezzo lungo 40 cm senza fiori, impregnare la base con un radicante fatto in casa e poi piantarlo in un vaso con vermiculite (prendilo qui).


In questo modo, emetterà le proprie radici dopo circa un mese, mantenendo il vaso protetto dalla luce solare diretta.


Potatura


Potare durante l'anno, rimuovendo i rami secchi, malati, deboli o rotti e tagliando quelli che sono troppo cresciuti. Di solito gli viene data una forma arrotondata, ma se vuoi provare altre cose, lascia correre la tua immaginazione 😉 .


Parassiti e malattie


Nessun problema con loro 🙂 . Ma fate attenzione alle annaffiature perché se la innaffiate troppo spesso potreste far marcire le radici, e questo attirerebbe i funghi.


Tempo di piantagione o trapianto


Alla fine dell'inverno/inizio della primavera. Se in vaso, trapiantare ogni 2 anni.


Resistenza


Resiste al freddo e alle gelate fino a -5ºC. Anche temperature fino a 40ºC, e vento di mare.


Quali sono i suoi usi?

Vista dei fiori di Teucrium fruticans

Immagine – Wikimedia/ peganum da Small Dole, Inghilterra


Teucrium fruticans èusato solo come pianta ornamentale. Per le sue caratteristiche e la sua alta tolleranza alla potatura è perfetta da avere in tutti i tipi di giardini, indipendentemente dal fatto che siano grandi, medi o piccoli. Naturalmente, può essere coltivato in vaso, o anche in fioriere -grandi- con altri piccoli arbusti, come l'abelia o la photinia.


Cosa ne pensi di questo arbusto?


Teucrium (Teucrium fruticans)

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *