I 5 tipi più comuni di tarli e come liberarsene

Ci sono diversi tipi di tarli


Immagine - Wikimedia/Rasbak


Il tarlo è un parassita che può distruggere i mobili di legno in un tempo molto breve, poiché vi scava delle gallerie. Questo è un problema, perché fa sì che il materiale perda la sua fermezza, ed è più probabile che si crepi e/o addirittura marcisca se è all'esterno. Per questo motivo, è importante prima ispezionare bene i prodotti che si desidera acquistare, e poi cercare di mantenerli in buone condizioni, evitando che si bagnino e applicando olio specifico per legno se sono nel patio, balcone o giardino.


Ma sapevate che ci sono diversi tipi di tarli? Lo so, possono sembrare tutti uguali a noi; non invano, tutti causano più o meno gli stessi danni. Tuttavia, ci sono diverse famiglie che vale la pena conoscere.



Quali tipi di tarli sono più comuni in Spagna?


Il tarlo è il parassita che tutti noi che abbiamo mobili o pavimenti in legno vogliamo evitare. A nessuno piace avere, per esempio, un tavolo pieno di buchi o una sedia che ha perso la sua fermezza a causa del vorace appetito delle larve di questi insetti.


In Spagna, ci sono quattro grandi famiglie che ricevono il nome popolare di tarlo. Sono i seguenti:


Bostrichidae (Lyctidae).

I Bostrichidae sono un tipo di tarlo.

Immagine - Flickr/Bill & Mark Bell


I lictidi sono coleotteri che misurano tra i 3 e gli 8 millimetri di lunghezza e hanno un corpo allungato di colore marrone-rossastro, a volte nero. Hanno due ali lunghe e funzionali, con le quali possono spostarsi da un posto all'altro senza problemi.


Hanno anche due antenne e sei gambe. Come le altre specie di tarli, la femmina lascia le sue uova nel legno.


Dove li troviamo?


Si nutrono fondamentalmente di legno che ha un contenuto di umidità superiore al 6%. Questo significa che ci sono molte piante che forniscono riparo e sostentamento, per esempio:



  • Alberi di una certa età: una volta che stanno già producendo legno duro, i lichthyids ne approfittano lasciando le loro uova nell'alburno, cioè nella parte tra la corteccia e il durame.

  • Bambù: l'interno delle canne adulte è un luogo ideale per questo parassita.

Cerambycidae, o cerambycids

Ci sono diversi tipi di tarli

Immagine - Flickr/Ferran Turmo Gort


I cerambicidi, conosciuti anche come grandi tarli, sono coleotteri di grandi dimensioni, che misurano tra 1,2 millimetri e 17 centimetri (è il caso del Titanus giganteus, che vive in Amazzonia). Sono caratterizzati da antenne molto lunghe, spesso più lunghe del corpo stesso, che è di colore grigio-marrone e ha due lunghe antenne.


Considerando le loro dimensioni e la voracità delle larve, i danni che causano sono molto gravi. Pertanto, qualsiasi misura per prevenire questo parassita sarà senza dubbio di grande aiuto per mantenere il legno in buone condizioni.


Dove possiamo trovarli?



  • In vecchie figurine di legno

  • Alberi maturi, con tronchi legnosi

  • Mobili in legno secco

Curculionidae (Curcilionidae)

I mangiatori di cuculi sono tarli

Immagine - Flickr/gailhampshire


I curculionidi sono tonchi che hanno una bocca all'estremità della faccia e un corpo allungato e di colore scuro. È protetto da un guscio duro e ha anche due ali con cui può volare.


Bisogna dire che non tutti sono dannosi, ma ce ne sono alcuni che possono causare danni significativi, come quelli del genere Curculio che si nutrono di ghiande e noci.


Dove li troviamo?


Le loro larve hanno una preferenza per il legno con un contenuto di umidità del 20% o più, quindi si possono trovare in:



  • L'alburno degli alberi, specialmente delle latifoglie e delle conifere.

  • Mobili in legno

  • Libri

Isoptera (Termiti)


Le termiti danneggiano il legno


Le termiti sono insetti che, come le formiche, hanno uno stile di vita sociale complesso: ognuno svolge una funzione all'interno della colonia. Ma possono anche essere un problema per quelli di noi che hanno mobili in legno; dopo tutto, scavano gallerie all'interno e ci vivono.


Ecco perché, anche se non è un coleottero come il tarlo comune, non potevamo non includerlo in questa lista.


Dove possiamo trovarli?


Si possono trovare in:



  • Mobili in legno

  • Pavimenti in legno

  • Tutto ciò che contiene cellulosa, come carta o cartone

  • Travi di legno, pannelli, ecc.

Ptinidae (Anobidae)

Gli anobi sono un tipo di tarlo.

Immagine - Flickr/gbohne


Gli anobidi, ora classificati come Ptinidae, sono coleotteri polifagi, cioè coleotteri che mangiano diversi tipi di cibo, e si trovano in tutto il mondo. Si sa che ci sono 1800 generi e molte, molte più specie o varietà.


Sono tutti caratterizzati dall'essere relativamente piccoli, misurando tra 1,5 e 9 millimetri di lunghezza. I loro corpi sono di forma subcilindrica e pubescenti. La testa ha due antenne e grandi occhi. Hanno anche delle ali con le quali possono volare senza difficoltà.


Dove li troviamo?


Le larve si nutrono di:



  • Legno morto e morbido

  • Libri

  • Prodotti alimentari come il pane

  • Sigari

  • Pelle

Come ci si libera dei tarli?

Articolo correlato:Come sbarazzarsi di termiti e tarli

C'è un rimedio casalingo che funziona molto bene ed è quello di mettere ghiande fresche vicino o sulle zone colpite

. Si tratta di un frutto che emette un profumo che attira i tarli, quindi non esitate a metterne alcuni in un sacchetto di tela legato in modo che la femmina adulta lasci le sue uova dentro il sacchetto, e non sui vostri mobili. Quando arriva la prossima primavera, buttali via.

Un altro modo pratico per sbarazzarsi di loro e anche prevenire l'infestazione è quello di applicare olio usato su di loro con un pennello

. Questo non ucciderà le larve immediatamente, ma le ucciderà quando si nutriranno dell'olio.

Infine, potete anche uccidere i diversi tipi di tarli nelle figurine e altri piccoli pezzi di legno mettendoli nel congelatore

in sacchetti di plastica e lasciandoli lì per alcuni giorni. Le larve non tollerano il freddo, quindi non dureranno a lungo.

Speriamo che lo abbiate trovato utile.

Deja una respuesta

Subir