Degradazione del suolo: cos’è e come fermarla?

Degradazione del suolo


Quando varie azioni vengono eseguite sul suolo di una data area, si verifica un inevitabile degrado. Azioni come l’agricoltura, l’edilizia, l’allevamento, il disboscamento, ecc. sono attività degradanti. Queste sono attività degradanti. Il degrado del suolo è definito come un cambiamento nella salute del suolo come risultato di una diminuzione della sua capacità di generare beni o fornire servizi. In altre parole, un terreno comincia ad essere degradato quando non ha più la stessa fertilità di prima.


In questo articolo vi spiegheremo tutto quello che dovete sapere sulla degradazione del suolo e come evitarla.

Cos’è il degrado del suolo



La prima cosa è conoscere bene tutti gli aspetti che circondano il degrado del suolo. Dobbiamo sapere che il suolo ha proprietà e caratteristiche che gli conferiscono la capacità di fornire vari benefici all’uomo e all’ecosistema. Tra questi benefici e capacità troviamo la capacità di ospitare organismi viventi. Cioè, grazie alle proprietà del suolo come la fertilità, la ritenzione d’acqua, la presenza di nutrienti, ecc. La vita è possibile in essa.


Con queste proprietà possiamo seminare per poter generare raccolti. Queste colture sono alimenti che incorporeremo nella nostra dieta. Tuttavia, attraverso il processo dell’agricoltura, vengono utilizzati vari prodotti chimici per accelerare la crescita delle colture che finiscono per degradare il suolo. Pertanto, i suoli degradati hanno uno stato di salute inferiore che non permette loro di fornire beni e servizi normali. Questi servizi e beni devono adattarsi all’ecosistema in cui si sviluppano. Il suolo in un clima arido non è lo stesso del suolo in un clima tropicale.


Il suolo che si trova in una zona fertile avrà un valore più alto del suolo che si trova in una zona con meno qualità ambientale. Il degrado del territorio è importante per capire la complessità di tutti i processi esistenti. È necessario sapere quali sono i processi che iniziano a degradare il suolo per poterne identificare l’origine e fermarli.


Processi che degradano il suolo


Prevenire il degrado del suolo


Come abbiamo detto prima, non è nel nostro interesse che un terreno inizi a degradarsi e a perdere le sue proprietà. Pertanto, dobbiamo concentrare i nostri sforzi per conoscere l’origine di quel processo che inizia a degradare le proprietà del suolo. Tra queste ragioni e processi troviamo i seguenti.


Erosione del suolo


Spesso è facile confondere il termine erosione del suolo. L’erosione del suolo non è la stessa cosa del degrado del suolo. L’erosione è un processo naturale che avviene continuamente in tutti gli ecosistemi del pianeta. A seconda del clima e delle condizioni geologiche e biologiche, questa erosione avrà un impatto maggiore o minore. L’ erosione del suolo è spesso confusa con la perdita assoluta del suolo, specialmente dello strato superficiale e delle sostanze nutritive. Infatti, uno degli effetti più visibili del degrado del suolo è l’erosione a lungo termine.


Essendo un processo che agisce continuamente nel tempo, a seconda della sua intensità finirà per degradare il suolo in misura maggiore o minore. L’erosione del suolo è di solito un processo naturale che si verifica, con grande intensità, nelle zone di montagna. Questa erosione può essere peggiorata da cattive pratiche di gestione del suolo. Per esempio, può degradarsi più velocemente se non vengono eseguite buone pratiche agricole. In questo modo, si arriva a fare in modo che il terreno perda le sue proprietà che sono quelle che ci servono affinché le colture possano svilupparsi in buone condizioni.


Degrado della terra


Un altro aspetto fondamentale è il degrado della terra. Questo degrado comprende una portata più ampia dell’erosione e del degrado nel loro insieme. Questo perché il degrado della terra copre tutti i cambiamenti negativi del suolo. Questi cambiamenti sono quelli che compromettono la capacità dell’ecosistema nel suo insieme di fornire beni e servizi. Stiamo parlando di beni biologici come il legno e la produzione di cibo e, d’altra parte, di servizi legati all’acqua.


Desertificazione e desertificazione


Infine, un altro agente che causa il degrado del suolo è la desertificazione. È un termine che viene usato frequentemente per definire il degrado della terra che avviene a spese degli esseri umani. Cioè, l’azione dell’essere umano come può essere la costruzione ha una pendenza negativa per il degrado del terreno. Il processo di desertificazione è spesso confuso con la desertificazione. Quest’ultimo concetto si riferisce al degrado della terra nelle zone aride. Qui è dove ci sono alti tassi di erosione e bassa copertura vegetale. Queste condizioni ambientali causano cambiamenti irreversibili nel terreno a tal punto che non può più essere ripristinato al suo stato originale.


Normalmente tutti questi suoli sono qualificati come suoli degradati. La desertificazione può essere rallentata perché è un aspetto controllato dall’uomo. Sta a noi recuperare i suoli che cominciano a degradarsi con attività come la silvicoltura.


Come evitare il degrado del suolo



Per evitare il degrado del suolo, il primo aspetto fondamentale è la prevenzione. La prevenzione in questo settore si concentra sull’uso di misure di conservazione per aiutare a mantenere le risorse naturali e l’ambiente produttivo. Non dimentichiamo che perché un’area sia considerata utile, deve fornire beni e servizi alla comunità. Il suolo che non ha valore biologico non sarà di interesse comunitario.


I processi di mitigazione sono utilizzati per prevenire il degrado del suolo. Questo è l’intervento che aiuta a ridurre il degrado dall’inizio della sua comparsa. L’obiettivo principale è quello di fermare il degrado in corso e iniziare a migliorare. In questo modo si ottiene il ripristino delle risorse naturali e quindi delle loro funzioni nell’ecosistema. Gli impatti della mitigazione tendono ad essere visibili di solito nel breve e medio termine. Anche lo stato di degrado del suolo deve essere preso in considerazione.


Infine, c’è la riabilitazione. Questa è la parte necessaria quando il terreno è già degradato a tal punto che il suo stato originale non è possibile. Di conseguenza, è necessario investire a lungo termine con processi più costosi per poter ottenere qualche impatto positivo.


Spero che con queste informazioni tu possa imparare di più sul degrado della terra e le sue conseguenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *