azalea rosa

Consigli per la potatura delle azalee

Cesoie da potatura per piante


Le azalee sono piante molto popolari per la loro bellezza naturale. Naturalmente, anche se sembra che i loro fiori crescano spontaneamente, bisogna prendersi cura di loro e rispettare le loro esigenze in modo che possano darci tutta la loro bellezza. La cosa buona è che è una pianta resistente che si adatta a diverse condizioni climatiche. Anche così, è meglio prestare attenzione a diversi aspetti, tra cui la potatura.


A seconda delle caratteristiche delle tue piante e di ciò che vuoi ottenere con loro, dovresti scegliere il momento giusto per dare loro una sessione di acconciatura. Impariamo a potare le azalee.

Quando bisogna potare le azalee?


Le azalee sono arbusti che producono fiori molto allegri.


Le azalee sono arbusti che fanno incredibili siepi basse e bonsai. E poiché non crescono molto in altezza (di solito non più di un metro), possono essere coltivati su balconi e terrazze, e naturalmente in piccoli giardini. Tuttavia, una delle cose da fare per mantenerli belli è potarli.


Tuttavia, non possono essere potati in nessun momento e in nessun modo. In effetti, dobbiamo sapere che ci sono tre tipi di potatura:



  • Pizzicato: si tratta di una potatura molto delicata, che consiste semplicemente nel rifilare un po' gli steli per mantenerli in stile. Per questo motivo, si fa durante tutto l'anno, in particolare dalla primavera alla fine dell'estate, perché questo è il periodo in cui crescono.

  • Potatura formativa: come suggerisce il nome, è fatta per dare loro una forma, uno stile. Dato che questo a volte comporta il taglio di rami interi e così via, viene fatto alla fine dell'inverno.

  • Potatura di sanificazione: consiste nel rimuovere i rami morti e secchi, oltre a sfoltire la chioma se necessario. Si fa allo stesso tempo della potatura di formazione.

Come vengono potati?


Potatura


Il pinching è, come abbiamo detto, una potatura delicata che si esegue durante tutto l'anno. L'idea è di eliminare i fiori morti o appassiti. Si può anche approfittare di questo e modellare l'azalea tagliando un po', non più di due centimetri, dei gambi lunghi. È importante fare tagli precisi per non danneggiare la pianta.


In questo caso bisogna tener conto che non è consigliabile potarli dopo tre settimane dal momento in cui si nota che i fiori sono sbiaditi, perché allora si corre il rischio di eliminare i boccioli in via di sviluppo. Ricordate che le azalee fioriscono solo una volta all'anno.


Potatura formativa


La potatura formativa è una potatura più drastica. Dovrebbe essere fatto alla fine dell'inverno, prima che le piante ricomincino a crescere. Per farlo, è necessario fare quanto segue:



  • Allontanati un po' dalle azalee, così potrai vederle meglio.

  • Decidete il loro stile: volete che siano arbusti compatti e arrotondati o alberelli? Nel primo caso, dovrai lavorare di più sulla corona all'inizio, mentre nel secondo caso, lavorerai di più sul tronco.

  • Prendete un paio di cesoie e tagliate gli steli che hanno meno di un centimetro di spessore e che sono cresciuti troppo, uscendo dal disegno che intendete dare alle piante.

  • Ridurre la lunghezza di quelli che sono ben posizionati, ma sono troppo lunghi.

  • Se volete averli come alberelli, lasciate il tronco senza i rami inferiori e iniziate a modellare le chiome.

Potatura per la potatura


Il momento di iniziare a potare l'azalea è anche alla fine dell'inverno, perché allora il freddo è alle spalle ed è il momento di recuperare la pianta. Gli steli e i rami morti o malati devono essere tagliati con le cesoie. Cercate di tagliare nel punto preciso in cui le parti danneggiate si collegano al legno sano. Fate tagli piccoli ma decisi per non lasciare grandi ferite che potrebbero portare alla proliferazione di parassiti e malattie. D'altra parte, si raccomanda di pulire le forbici con candeggina domestica diluita tra un taglio e l'altro per evitare che le malattie dei rami malati danneggino il resto della pianta.



Speriamo sia stato utile 🙂 .

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *