Come far germinare i semi a casa con cose riciclate?

Ci sono molti semi che possono germogliare in casa.


Annoiato a casa, sei convinto che durante l’isolamento non puoi fare nessun tipo di giardinaggio? Se hai risposto sì a una di queste due domande, lascia che ti dica una cosa: mettiti dei guanti, è ora di piantare. Seriamente, questo è un comando (più che altro una raccomandazione 😉 ). Il corpo ha bisogno di muoversi e la mente ha bisogno di stimoli. In questa situazione, non c’è niente come -continuare- a coltivare le piante, o iniziare a farlo. Anche i più piccoli ne beneficeranno, perché potranno imparare come nascono le colture, e saranno persino incoraggiati ad aiutare a prendersene cura.


In molti articoli si parla del fatto che le piante, per crescere, hanno bisogno della luce del sole, cosa che può essere insufficiente nelle case, ma questo non significa che non si possa coltivare nulla. In effetti, ce ne sono molti che sono sicuri di dare a voi e alla vostra famiglia più di una gioia. Vediamo allora come far germinare i semi in casa usando cose che abbiamo già e/o cose che possiamo ottenere senza uscire di casa.

Di cosa hanno bisogno i semi per germinare?


I semi hanno bisogno di luce, acqua e terra per germinare.


Perché l’esperienza sia arricchente, è importante cominciare dall’inizio, che in questo caso è scoprire di cosa hanno bisogno le piante per germogliare. Fondamentalmente, hanno bisogno di tre cose: luce, terra e acqua. La quantità e/o l’intensità varia a seconda del tipo di pianta e della specie a cui appartiene; per esempio, i girasoli germineranno solo se sono in terra ed esposti a pieno sole; i gerani, invece, faranno meglio se sono anch’essi in terra, ma in penombra.


Un altro esempio: le piante acquatiche o fluviali, come le canne, le ninfee o i papiri, germinano in ambienti acquatici, come i fiumi o le paludi. Per imitare queste condizioni, nella coltivazione ciò che si fa è seminarli in tazze con acqua, o avvolgendo i semi in carta da cucina precedentemente inumidita con acqua.


Elenco delle cose che si possono usare per la semina


Cosa si può usare per seminare quando è vietato uscire di casa? Oggi, grazie a Internet, la verità è che la stessa di quando si può. Ma per evitare di fare acquisti di cose che non sono necessarie, diamo un’occhiata dentro casa per vedere cosa troviamo. Per esempio:


Piantine fatte in casa.

Le scatole di cartone sono utili come semenzaio

Qualsiasi scatola di cartone, senza i lembi su un lato e laminata, servirà come semenzaio.


Ne troverete sicuramente qualcuno:



  • Cartoni del latte: una volta che sono vuoti, pulirli bene con acqua e sapone per i piatti e poi fare un piccolo foro alla base con un paio di forbici.

  • Coppe di yogurt: lo stesso.

  • Bottiglie d’acqua di plastica: quando sono vuote, fare un buco alla base.

  • Scatole di cartone: queste devono essere laminate, usando la supercolla o altra colla simile. Puoi usare i sacchetti del supermercato. Poi, fate un buco nella base. Inoltre, è necessario rimuovere i lembi su un lato.

  • Cartone laminato: puoi fare il tuo semenzaio con questo tipo di cartone, in qualsiasi dimensione tu voglia. Non dimenticare di fare qualche buco in quello che servirà da base.

Quando sono pronti, o quasi, potete incoraggiare i vostri bambini, se li avete, a dipingere l’esterno di questi nuovi semenzai con i colori che preferiscono.


Annaffiatoi fatti in casa


Le bottiglie di plastica possono essere usate come annaffiatoi.


Se non hai un annaffiatoio convenzionale ma hai una semplice bottiglia di plastica a casa, non preoccuparti 😉 . Nel tappo, o se preferite un po’ più in basso, nella parte della plastica trasparente, fate dei fori con la punta di un paio di forbici. Questi sono i fori attraverso i quali uscirà l’acqua.


Pensate che più grandi sono, più duramente uscirà e più velocemente la bottiglia si svuoterà. È quindi importante fare molti piccoli fori in modo che l’acqua esca lentamente ma sicuramente.


Acqua


L’acqua per innaffiare le piantine deve essere la più pura possibile. L’ideale è l’acqua piovana incontaminata, ma non tutti vivono in zone dove piove frequentemente, quindi si può anche usare acqua in bottiglia adatta al consumo umano, o anche acqua di rubinetto se l’avete lasciata riposare per una notte.


Substrato


Ilsubstrato è qualcosa che, se non lo avete, potete comprare qui. Se si riutilizza un vecchio substrato e ci sono agenti patogeni in esso (funghi, virus, batteri o uova di insetti maligni) causeranno un sacco di problemi.


Tuttavia, si possono anche usare, temporaneamente finché non germinano, cose come:



  • Cotone idrofilo: deve essere inumidito bene prima con acqua.

  • Carta da cucina: mettere il seme, avvolgerlo con la carta e poi inumidirlo con acqua.

  • Garza e simili: lo stesso.

Fungicidi fatti in casa


Il fungo uccide i semi e le piantine quasi da un giorno all’altro. Per evitarlo, soprattutto se si piantano alberi o arbusti, è altamente consigliabile avere a portata di mano rame o zolfo in polvere o, in mancanza, cannella (anche in polvere). Questo li terrà lontani dalle vostre piantine.


Germinazione dei semi a casa passo dopo passo


Per far germinare i semi in casa devi seguire questo passo per passo:



  1. Per prima cosa, metteteli a bagno in un bicchiere d’acqua per 24 ore. Il giorno dopo saprete quali germineranno quasi sicuramente (saranno quelli che affondano) e quali no.

  2. Poi riempite di terra il letto di semina che avete scelto.

  3. Poi mettere un massimo di 2-3 semi in esso, e coprirli con un sottile strato di terra.

  4. Infine, cospargere di cannella, zolfo o rame e acqua.

Se non hai un substrato al momento, avvolgili in carta da cucina per esempio con un po’ di cannella spruzzata sopra, e mettili in un tupperware per mantenerli umidi.


Ora, mettete il semenzaio nella stanza più luminosa della casa, e assicuratevi che il substrato sia mantenuto umido.


Quali piante germineranno bene in casa?


In generale, le piante che germineranno meglio e si svilupperanno meglio in casa sono quelle che, se coltivate all’aperto, possono essere messe sia al sole che in penombra, poiché cresceranno bene indipendentemente dalla quantità di luce che ricevono. Per fortuna, ce ne sono molti:



Ci sono una grande varietà di specie che vivono in aree dove non ricevono la luce diretta del sole. Se avete uno spazio esterno con poca luce, anche piccolo come un balcone, potete piantare quanto segue:


Albero dell’amore

L'albero dell'amore è un piccolo albero che può essere piantato a casa.

Immagine – Wikimedia/Batsv


L’albero dell’amore o albero di Giuda è un bellissimo albero deciduo che si riempie di fiori rosa in primavera, prima che spuntino le foglie. Raggiunge un’altezza massima di 12 metri, anche se di solito non supera i 4-5 metri, motivo per cui potrebbe anche essere considerato un alberello o addirittura un grande arbusto. Resiste alla potatura e alle gelate fino a -18ºC.


Compra i semi qui.


Bauhinia

Vista di una giovane Bauhinia variegata

Immagine – Wikimedia/Daniel Capilla


Bauhinia o piede di mucca sono piccoli alberi decidui che raggiungono un’altezza di 5 a 6 metri, raramente 7 metri. Tuttavia, tollerano bene la potatura, quindi possono essere tenuti più come arbusti o alberelli. I loro fiori sono belli, grandi, rosa, rossi o bianchi. Come se non bastasse, possono resistere al freddo e alle gelate fino a -7ºC.


Vuoi dei semi? Cliccare qui.


Brecina

La brecina è un piccolo arbusto


La brecina o calluna è un arbusto sempreverde che raggiunge appena un metro e mezzo di altezza.

Le sue foglie sono piccole, così come i suoi fiori, che sono di colore lilla. Spuntano dall’estate all’autunno, raggruppati in infiorescenze spinose. Non tollera la calce, ma tollera la potatura e le gelate fino a -12ºC.


Aromatici


Coltivare piante aromatiche in casa partendo dai semi? Certo, perché no? È comune vederli all’aperto, in giardini, patii e terrazze, ma ce ne sono più di uno che possono essere coltivati in casa. Qui ce ne sono solo alcuni:


Prezzemolo


Il prezzemolo può essere piantato in casa


Il prezzemolo è una pianta biennale (vive due anni) di coltivazione annuale che raggiunge un’altezza da 20 a 75 centimetri

. Le sue foglie sono picciolate, lisce o arricciate, e sono ampiamente utilizzate come accompagnamento o decorazione per insalate, zuppe, frittate, ecc. Non finire i semi.

Rue


La ruta è una pianta aromatica che germoglia bene in casa.


La pianta conosciuta con il nome di ruta è un’aromatica molto particolare: le sue foglie emanano un profumo che ad alcuni può piacere, ma che altri arrivano a detestare. È un piccolo arbusto che raggiunge un’altezza da 50 a 100 centimetri

caratterizzato da foglie verde scuro il cui sapore è amaro. Per questo motivo, si usa sempre in piccole quantità, da solo o con cipolla, aglio e/o pepe.

Prendi i semi.


Timo


Il timo è un piccolo arbusto aromatico che vive bene in casa.


Il timo è un piccolo arbusto o cespuglio che cresce tra i 15 e i 40 centimetri di altezza

. Emana un aroma intenso e molto piacevole. Produce piccole foglie e piccoli fiori dalla primavera all’estate. In cucina è usato come condimento per stufati, salsicce, salse, ma non dovrebbe essere combinato con origano o maggiorana.

Cerchi dei semi? Comprali qui.


Commestibile


Se volete iniziare nel mondo degli orti urbani, anche se siete al chiuso potete farlo. Per ora, questi sono alcuni che cresceranno bene in casa (ma mettete le piantine nella stanza più luminosa della casa):


Bietola


La bietola è un'erba biennale che germina bene in casa.


La bietola è un’erba biennale (vive per due anni: durante il primo anno produce foglie, e il secondo anno fiorisce e muore), anche se viene coltivata come annuale. Raggiunge un’altezza di circa 40 centimetri

e viene coltivato per le sue foglie. Con loro, si possono fare deliziose insalate usando le foglie più giovani, o come ingrediente cotto in un piatto.

Comprate i vostri semi.


Fragola


La pianta della fragola è piccola e commestibile.


C’è qualcuno nella tua famiglia che ama mangiare le fragole? Se è così, lo sai: pianta 😉 . È una piccola pianta perenne, alta circa 20 centimetri

, che produce frutti rossi commestibili. Si mangiano freschi, da soli come spuntino, in macedonia, con la panna, o sotto forma di gelato o frullato.

Comprare i semi.


Fagiolo

Le fave sono piante che producono semi commestibili.

Immagine – Wikimedia/Meneerke bloem


La pianta delle fave è un’erba a crescita molto rapida che raggiunge un’altezza di 1,6 metri. Viene coltivata per i suoi semi, le fave, che possono essere consumate fresche o stufate.


Vuoi seminarli? Cliccare qui.


Fiori


Se volete che la vostra casa abbia qualcosa per cui sorridere ogni mattina, le piante da fiore sono un must:


Begonia tuberosa

Le begonie sono piante ideali da coltivare in casa


La begonia è un’erba perenne che cresce fino a 50 centimetri di altezza. I suoi fiori sono piccoli, molto graziosi, di circa 3 centimetri di diametro e di colore rosa. Fiorisce quasi tutto l’anno, soprattutto dalla primavera all’estate.


Ottiene dei semi.


Margherita africana

Le gerbere sono piante che producono fiori molto belli.

Immagine – Wikimedia/Ziko


Si può anche conoscere con il nome di gerbera. È una bella pianta erbacea perenne o perenne che cresce fino a un’altezza di circa 30-40 centimetri, e produce fiori simili a margherite in colori come il rosso, il rosa o l’arancione in primavera-estate.


Vuoi piantare delle gerbere? Non finire i semi.


Violetta africana

La violetta africana è una piccola pianta che produce bellissimi fiori.

Immagine – Wikimedia/Wildfeuer


La violetta africana o Saintpaulia è una pianta erbacea che cresce circa 15 centimetri di altezza. Le sue foglie sono carnose e molto pelose, il che le rende morbide al tatto. Produce piccoli fiori di circa 3 centimetri di diametro, bianchi, viola, viola o blu chiaro in primavera ed estate.


Prendilo.


Allora, ti va di seminare a casa? Se dici di sì, vedrai quanto ti divertirai 🙂 .

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *