Come coltivare la gardenia

Coltivare la gardenia è facile se il tempo è buono


David Eickhoff


La gardenia è una di quelle piante che si possono coltivare in vaso o in giardino. Anche se a causa delle sue esigenze di acqua e terreno può essere un po' esigente in alcuni casi, la realtà è che è molto facile evitare problemi, e anche risolverli se vengono individuati in tempo. I suoi fiori sono di un colore bianco puro che è impossibile da ignorare, e hanno un profumo meraviglioso.


I suoi fiori sono di un colore bianco puro impossibile da ignorare, e hanno un profumo meraviglioso. Come coltivare la gardenia in modo che fiorisca ogni anno? Quanto spesso deve essere annaffiata e concimata?


La gardenia è un arbusto sempreverde originario dell'Asia orientale. Si stima che esistano 134 varietà diverse, tra cui la Gardenia jasminoides, che è quella che si trova di solito nei giardini, nei cortili e a volte anche nelle case.


Per mantenere la nostra pianta in salute, è necessario conoscere i suoi bisogni, che sono:

Posizione


La gardenia è un arbusto che fiorisce in estate.


Scegliere una posizione per questa pianta non è sempre facile. Ha bisogno di molta luce, ma non di luce diretta; questo significa che si dovrebbe evitare di metterlo in un luogo soleggiato, ma anche in una zona dove c'è il buio totale. Quindi dove lo mettiamo? Vi dirò dove tengo il mio: fuori, in un vaso sotto una rete nera ombreggiante che impedisce al 70% della luce del sole di passare. Se avete un posto del genere, o potete adattarlo, sarà certamente molto buono per la vostra gardenia.


Ma se preferite tenerlo in casa, allora dovrete trovare una stanza dove sia molto leggero. Tuttavia, è importante non metterlo davanti alla finestra, soprattutto se è rivolto a est, perché il sole lo brucerà producendo l'effetto lente di ingrandimento. Dovrebbe anche essere lontano dall'aria condizionata e dal riscaldamento, poiché questi asciugano le punte delle foglie.


Irrigazione


La gardenia non vuole molta acqua, ma il terreno non deve rimanere asciutto per molti giorni alla volta. In generale, deve essere annaffiata circa 3 volte alla settimana in estate, e una o due volte alla settimana nel resto della stagione. Le sue radici temono sia i ristagni d'acqua che la siccità, così come la calce. Se si verifica uno di questi problemi, la pianta avrà foglie gialle e/o marroni, nessuna crescita e, se ha fiori, questi abortiranno e cadranno.


Per questo motivo, l'acqua piovana pulita dovrebbe essere usata quando possibile. Se non c'è, una buona alternativa è una qualsiasi acqua che abbia poco o niente calcare in essa, o molto, molto poco. Il pH (o potenziale di idrogeno) deve essere compreso tra 4 e 6 punti, cioè deve essere acido. Per conoscere il pH della vostra acqua di rubinetto è utile usare un misuratore digitale, poiché basta metterlo nel liquido e aspettare un secondo o meno perché ve lo dica.


Come acidificare l'acqua di irrigazione?


Se il pH è superiore a 6, significa che l'acqua è alcalina. Potremmo usarlo per innaffiare le piante che tollerano la calce, come il rosmarino, i mandorli o i cespugli di rose per esempio, ma la gardenia finirebbe per avere foglie clorotiche a causa della sua incapacità di ottenere ferro. Anche se il terreno contiene questo nutriente, quando il pH è troppo alto viene bloccato, e naturalmente le radici non possono assorbirlo. Da allora in poi, le foglie cominciano a produrre sempre meno clorofilla (pigmento verde, che è anche coinvolto nella fotosintesi), lasciando solo i loro nervi verdi.


Fortunatamente, per abbassare il pH dell'acqua possiamo fare qualcosa di semplice come aggiungere un po' di limone o aceto. Dico "un po'" perché la quantità varia a seconda del pH. Per esempio, so che se voglio acidificare la mia acqua di rubinetto, che è molto alta, superiore a 7, devo mescolare 1 litro di quell'acqua con il succo di mezzo limone.


Sempre, dopo ogni test, devi controllare il pH, perché se scende troppo la tua pianta avrà anche dei problemi.


Terreno e trapianto

Coltivare la gardenia è facile con questi consigli

Alpsdake


Essendo una pianta acida, può essere piantata in giardini con terreni a basso pH (tra 4 e 6). Il momento migliore per piantarlo è in primavera, perché è quando cresce.


Se deve essere coltivato in un vaso, è importante riempirlo con un substrato per piante acide (in vendita qui), o con fibra di cocco. Dovrebbe anche essere rinvasato ogni tre anni circa.


Fertilizzazione di


Un corretto programma di concimazione sarà molto utile per diverse cose, ad esempio per evitare la clorosi, per farla crescere in buona salute, e anche per aiutarla a rafforzare le sue difese, il che sarà utile nel caso in cui in seguito soffra di un parassita, di una malattia o sia esposta a un improvviso cambiamento di temperatura. Infatti: la concimazione, che non è altro che il "cibo" extra che riceve, può evitare molti problemi e danni, in tutti i sensi della parola.


Ma attenzione: troppo fertilizzante significherebbe la fine della vita della gardenia, poiché le radici si brucerebbero. Per questo motivo, seguite sempre le istruzioni del produttore e usate solo la quantità indicata: né più né meno. La domanda è: quale usare? Ognuno di questi che menzionerò qui sotto; potete anche usare un mese uno e il mese successivo uno diverso:



  • Fertilizzante per piante acide: contiene tutti i nutrienti essenziali per far crescere la pianta a un buon ritmo e farla fiorire quando è il momento, senza farle mancare nulla. Compralo qui.

  • Fertilizzante per piante verdi: è progettato per stimolare la produzione di foglie; quindi è molto interessante usarlo quando la gardenia ha poco fogliame. Prendilo qui.

  • Guano: è un fertilizzante naturale; infatti, proviene da uccelli marini o pipistrelli. È un fertilizzante MOLTO concentrato, ma anche molto efficace. Con una quantità minima si può far crescere la pianta come un matto. È disponibile in forma liquida (in vendita qui) e granulare (in vendita qui).

  • Fertilizzanti fatti in casa e/o organici: cenere di legno, getti di vermi (prendili qui), pacciame, compost,... Aggiungine un po' ogni tanto per mantenerlo bello.

Potatura della gardenia


In linea di principio si dovrebbero rimuovere solo i rami secchi, malati e rotti dopo la fioritura. Se vuoi, puoi anche rimuovere o tagliare i rami che si sono sviluppati troppo, in modo che abbia una forma compatta e una corona più densa.


Utilizzare forbici da potatura a incudine, precedentemente disinfettate con alcool da farmacia o un po' di sapone per i piatti. Questo impedirà di contrarre un'infezione fungina, cosa che è molto comune quando gli strumenti non vengono puliti prima dell'uso.


Moltiplicazione


La gardenia può essere propagata per talea il più delle volte, perché è facile e radica rapidamente. Può anche essere moltiplicato per semi, ma questo è più difficile. Vediamo come si fa:


Talee



  1. Verso la fine dell'inverno/inizio della primavera tagliate un ramo semilegnoso lungo 10 cm con una forbice a incudine disinfettata e togliete le foglie inferiori.

  2. Poi la base viene impregnata con ormoni radicanti o agenti radicanti fatti in casa.

  3. Poi, viene piantato in un vaso di plastica con dei buchi alla base riempiti di fibra di cocco.

  4. FACOLTATIVO, ma altamente raccomandato: per prevenire i funghi, si consiglia di cospargere di zolfo in polvere la superficie del substrato.

  5. Dopo l'irrigazione, bisogna coprire il vaso con una plastica trasparente, come una serra.

  6. Infine, deve essere collocato in penombra, in una zona dove la temperatura si mantiene tra i 20 e i 25ºC.

Dopo circa 15 giorni inizierà a germogliare. In quel momento la plastica può essere rimossa.


Semi



  1. I semi vengono seminati in primavera, introducendoli prima in un bicchiere con acqua durante 24 ore. Dopo questo tempo, dovete conservare quelli che sono affondati perché saranno quelli che possono germogliare.

  2. Poi, bisogna riempire un semenzaio, come un vaso o un vassoio per piantine forestali, con substrato per piante acide o fibra di cocco.

  3. Poi annaffiare abbondantemente.

  4. Il passo successivo è quello di mettere uno o due semi in ogni vaso o alveolo, e coprirli con un po' di terra.

  5. Ora, cospargete dello zolfo in polvere per prevenire i funghi.

  6. Infine, bisogna mettere il semenzaio in un luogo luminoso ma senza luce solare diretta.

Se va bene, germineranno in circa 20-30 giorni.


Parassiti

Il ragnetto rosso è uno dei parassiti più comuni.

Gilles St Martin


La gardenia può essere attaccata da: cocciniglie, afidi e ragnetto rosso. Questi tre parassiti si nutrono della linfa delle foglie, specialmente della parte inferiore; gli afidi si trovano anche sui fiori. Per fortuna, si possono eliminare con un po' d'acqua e sapone neutro, o con terra diatomacea (in vendita qui).


Malattie


Appaiono quando si annaffia troppo o quando l'umidità è troppo alta. Se si vedono macchie o qualcosa come polvere grigia o bianca, allora si può supporre che abbia dei funghi. Quelli che più colpiscono le piante come la gardenia sono la phytophthora e l'oidio.


Per trattarlo bisogna tagliare le parti colpite e applicare un fungicida sistemico (compralo qui).


Problemi di gardenia


I problemi possono sorgere durante la coltivazione della gardenia. Non stiamo parlando di parassiti o malattie, ma di errori di coltivazione, per esempio:



  • Foglie gialle inferiori: questo è probabilmente dovuto a un'eccessiva irrigazione. In caso di dubbio, controllare l'umidità del terreno con un metro o un bastone di legno. Se ha più acqua del necessario, dovreste sospendere temporaneamente le annaffiature e trattare con un fungicida ad ampio spettro. Se la pianta è sana, in fioritura e così via, è normale che le foglie inferiori cadano quando finiscono il loro ciclo.

  • Foglie nuove gialle e/o secche: mancanza d'acqua. La pianta ha poca acqua da inviare alle foglie più nuove, che sono quelle che ne hanno più bisogno. Il trattamento consiste nell'annaffiare, ovviamente. Se il terreno è troppo compatto e non riesce ad assorbire l'acqua, metti il vaso in un vassoio d'acqua per circa 30 minuti.

  • Punte delle foglie secche: ciò può essere dovuto a un'eccessiva ventilazione. Se è esposto al vento o alle correnti d'aria, può avere un brutto momento. Deve essere protetto.

  • Foglie clorotiche: se le foglie hanno i nervi verdi ma il resto è giallo, è necessario concimarle urgentemente con un fertilizzante per piante acide, o annaffiarle con solfato di ferro. Per evitare che questo accada di nuovo, il pH dell'acqua dovrebbe essere abbassato.

Resistenza


Questa pianta può sopportare temperature fino a -2°C, quindi se fa più freddo nella vostra zona è necessario metterla al chiuso o in una serra.

Si può coltivare la gardenia in vaso

Alpsdake


Con queste informazioni sarete in grado di coltivare la gardenia senza problemi.

Deja una respuesta

Subir