flor de carmona microphylla

Carmona microphylla, cura di un arbusto tropicale

La Carmona microphylla ha fiori bianchi.

Immagine – Wikimedia/阿橋 HQ


Il Carmona microphylla è un arbusto molto conosciuto tra i bonsaisti amatori ed esperti: le sue piccole foglie, la sua facilità di lavorazione e i suoi bellissimi fiori bianchi fanno di questa specie una delle più apprezzate. Ma, anche se è ampiamente utilizzato come pianta in miniatura, la realtà è che può essere utilizzato anche in un giardino. In effetti, sembra ottimo come siepe, poiché il suo fitto fogliame forma una barriera che è praticamente impossibile da attraversare.


Ma anche, sicuramente abbellirà il vostro balcone se gli fornirete le cure che vi diremo, perché questa pianta si adatta molto bene ai vasi.

Origine e caratteristiche di Carmona microphylla

Le foglie di Carmona microphylla sono verdi.

Immagine – Wikimedia/Keisotyo


Carmona microphylla (ora conosciuta come Ehretia microphylla, ma accettata anche come Carmona retusa) è una specie di arbusto deciduo originario dell'Asia orientale e sudorientale; in particolare può essere trovato in India, Cina, Giappone o Malesia, tra gli altri.


Alle Hawaii è considerata una pianta invasiva, poiché il clima tropicale ne favorisce la crescita e poiché gli uccelli mangiatori di frutta ne disperdono i semi, è facile che colonizzi gli spazi. Ma questo non accade nei paesi dove il clima è temperato, poiché le temperature sono più basse e, inoltre, può gelare o addirittura nevicare, cosa che può danneggiare seriamente la carmona.


Concentrandosi sulle sue caratteristiche, si deve sapere che se lasciato crescere da solo può misurare fino a 4 metri di altezza. I rami che produce sono lunghi, sottili e spesso gli danno un aspetto disordinato. Le foglie sono lunghe 10-50 millimetri e larghe 5-30 millimetri e sono di colore verde. Questi cadono nella stagione secca quando la regione è tropicale, anche se quando si coltiva in quelle temperate lo fanno in autunno o in inverno, con l'arrivo del freddo.


Isuoi fiori sono bianchi e misurano 8-10 millimetri di diametro. Una volta impollinato, il frutto matura in una drupa arancione di 4-6 millimetri.


Quali sono i suoi usi?

Immagine – Wikimedia/Cliff Il bonsai di Carmona microphylla è belloImmagine – Wikimedia/Cliff

In Europa lo usiamo solo come bonsai. Come abbiamo detto all'inizio, è una pianta che lavora molto bene, avendo foglie piccole e una corona molto ramificata. Anche dargli un aspetto più ordinato, più simile a quello di un albero, con un tronco e una corona distinti, è facile.


Ma in Asia, dove la Carmona microphylla

è originaria, ha anche usi medicinali. Nelle Filippine, le sue foglie vengono consumate per alleviare problemi di salute come coliche, diarrea, tosse o dissenteria.

Come si deve curare Carmona microphylla?


Come deve essere curato questo arbusto per crescere bene? Mantenerlo significa innaffiarlo quando è necessario, concimarlo e, in breve, svolgere una serie di compiti durante tutto l'anno affinché non gli manchi nulla e possa crescere e produrre i suoi preziosi fiori. Vediamo quindi quali sono le cure che devono essere fornite:


Posizione



  • All'aperto: se il clima è caldo, senza gelo, è meglio tenerlo sempre all'aperto. Quindi non esitate a metterlo in una zona soleggiata o in penombra per avere la luce del sole necessaria per crescere.

  • All'interno: può essere tenuto in casa, ma bisogna cercare una stanza dove ci sia molta luce. Posizionatelo il più lontano possibile dall'aria condizionata, così come da qualsiasi altra corrente d'aria nella zona.

Irrigazione


Carmona microphylla è un arbusto che ha bisogno di essere annaffiato di tanto in tanto. Per questo motivo, si consiglia di annaffiare una media di 3 volte a settimana, tranne in inverno quando sarà una o due volte a settimana

.

Che tipo di acqua usare? Se possibile, acqua piovana, perché è la più adatta per innaffiare qualsiasi tipo di pianta.


Ma quando questo manca, si può innaffiare con acqua dolce, cioè povera di calce e cloro.


Terreno o compost



  • Vaso: si raccomanda vivamente di riempirlo di compost per piante acide (in vendita qui).

  • Giardino: il terreno deve avere un pH basso, tra 4 e 6. Deve anche essere leggero e avere un buon drenaggio.

Fertilizzazione di


In primavera e in estate dovrebbe essere concimata ogni 7-14 giorni, per esempio con fertilizzanti per piante verdi se siete più interessati alla sua crescita, o con fiori se volete che produca molti fiori. Se preferite, potete concimarlo con fertilizzanti organici, come il guano.


Potatura


Alla fine dell'inverno o in primavera, quando le temperature sono di almeno 15ºC, è un buon momento per rimuovere i rami morti, secchi e malati. È anche bene approfittare di questo tempo per tagliare i rami che crescono troppo, così come quelli che sono intrecciati.


Moltiplicazione

Carmona microphylla è un arbusto deciduo.

Immagine – Wikimedia/Forest & Kim Starr


Moltiplicareper seme in primavera. Puoi seminarli in un semenzaio, come un vaso per esempio, con substrato per piante acide, o fibra di cocco (in vendita qui), e lasciarli in penombra. Se sono freschi, germineranno dopo circa venti o trenta giorni.


Resistenza


È una pianta tropicale che, purtroppo, non tollera il freddo, solo fino a -1ºC e solo per poco tempo. Quindi, se fa più freddo nella vostra zona, dovrete proteggerla al chiuso o in una serra.


Avete della Carmona microphylla?

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *