ombu 1

Cura dell’ombú, l’albero della bella ombra

L'ombú è una pianta erbacea.

Immagine – Flickr/Teresa Grau Ros


Originario del Sud America, dove si può trovare in Argentina e Uruguay, l'ombu è una pianta molto decorativa e pratica: in estate ti protegge dal sole, e in autunno e inverno ti ripara dal vento freddo. Inoltre, è molto grato, essendo in grado di crescere in tutti i tipi di terreno.


È una delle specie più facili da coltivare, come scoprirete di seguito, e una delle più interessanti per i grandi giardini.

Origine e caratteristiche dell'ombú

Le foglie dell'ombú sono sempreverdi.


L'ombú o bellasombra, scientificamente conosciuta come Phytolacca dioica, anche se può sembrare il contrario, è in realtà un'erba. Il suo tronco e i suoi rami sono carnosi, e non hanno anelli di crescita, cosa che possiamo vedere negli alberi. Raggiunge un'altezza di circa 15-20 metri, e il suo tronco una volta raggiunta l'età adulta raggiunge i 3-4 metri. Le sue foglie rimangono sulla pianta tutto l'anno, sono di colore verde e misurano 20 cm di lunghezza. I fiori sono sia maschili che femminili e i suoi frutti sono carnosi, di colore verdastro e tossici.


È ampiamente utilizzato nei parchi e nei giardini medio-grandi. Questa meravigliosa pianta ha bisogno di molta terra per svilupparsi, quindi non si raccomanda di piantarla vicino a piscine, pavimenti, case e tubi perché le sue radici potrebbero danneggiarli nella sua incessante ricerca di acqua. La distanza minima raccomandata è di 10 metri.


Come deve essere curato?


Se volete avere un esemplare di ombú, vi raccomandiamo di prendervene cura nel modo seguente:


Posizione


Come abbiamo detto sopra, è una pianta che ha bisogno di molto spazio per crescere senza causare problemi. Per questo si consiglia di piantarlo in terra solo se il giardino è abbastanza grande da poterlo collocare a una distanza di dieci metri da tubi, muri, pavimenti pavimentati, ecc.


Durante la sua giovinezza la coltivazione in vaso è consentita, ma tenete presente che in pochi anni, non appena raggiunge 1 metro o più di altezza, dovrà essere spostata in terra a meno che non vogliate lavorarla come arbusto in vaso o bonsai, cosa che può essere complicata.

Articolo correlato:Come fare un bonsai?

Suolo

Il tronco dell'ombù è liscio.



  • Vaso: riempire con terreno di coltura universale mescolato con il 30% di perlite.

  • Giardino: cresce in tutti i tipi di terreno, anche se preferisce terreni ben drenati e ricchi di materia organica.

Irrigazione


Innaffiare due volte alla settimana durante i mesi più caldi e una volta alla settimana il resto dell'anno. Questo impedirà all'ombu di marcire e aiuterà a controllare la sua crescita.


Fertilizzazione di


Può essere concimato dall'inizio della primavera fino alla fine dell'estate con un po' di pacciame o letame, ma se è nel terreno non è qualcosa che è di vitale importanza per la pianta.


Moltiplicazione

Frutti e semi dell'ombú

Immagine – Wikimedia/Ercé


Si riproduce per mezzo di semi, che hanno un alto tasso di germinazione. Quando è possibile, è preferibile prenderli direttamente dalla pianta, o comprarli in un negozio. Una volta a casa, devono essere messi a bagno per 24 ore. Il giorno successivo seminare quelli che hanno affondato mettendo un massimo di due in ogni semenzaio che collocheremo in una zona dove riceve la luce diretta del sole.


Tempo di piantagione o trapianto


L'ombú dovrebbe essere piantato in giardino o spostato in un vaso più grande in primavera, quando il rischio di gelo è passato. Scopriamo come:


Piantare in giardino



  1. Per prima cosa, fare una buca di piantagione di circa 50 x 50 cm.

  2. Poi, riempitelo un po' di terra da giardino mescolata con il 30% di perlite.

  3. Poi togliete la pianta dal vaso, facendo attenzione a non maneggiare troppo le radici, e mettetela nella buca.

  4. Poi, se vedete che è troppo basso o troppo alto, aggiungete o togliete del terreno.

  5. Infine, riempitelo e annaffiatelo.

Cambiare i vasi



  1. Il primo passo è quello di scegliere un vaso che sia almeno 10 centimetri più largo e più profondo del precedente.

  2. Poi riempirlo un po' con un terreno di coltura universale mescolato con il 30% di perlite o simile.

  3. Poi rimuovere con cura l'ombu e metterlo nel nuovo vaso. Se è troppo alto o troppo basso, rimuovetelo o aggiungete altro substrato.

  4. Infine, riempitelo e annaffiatelo.

Piaghe e malattie


È una pianta molto resistente. Ma è necessario fare attenzione a non innaffiarlo eccessivamente.


Resistenza


Resiste al freddo e alle gelate fino a -7ºC.


Usi dell'ombú


Ha diversi usi:



  • Ornamentale: è usato come esemplare isolato, così come a volte come bonsai.

  • Medicinale: con le sue foglie e la corteccia della radice si prepara un infuso che ha proprietà emetiche (provoca il vomito) e purgative.
Le foglie dell'ombu sono grandi

Immagine – Wikimedia/Lanntaron


L'ombu è una pianta molto bella che, se piantata in un luogo dove può svilupparsi e crescere liberamente, ci darà la sua bella ombra.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *