8 fiori rari con nomi e cure di base

Lamprocapnos spectabilis è una pianta con fiori a forma di cuore.

Lamprocapnos spectabilis


Le piante con, cioè le angiosperme, sono quelle che sono riuscite a conquistare ogni angolo del mondo. E ci sono molti di loro che hanno avuto vita abbastanza facile, come infatti li abbiamo aiutati perché… chi può resistere alla bellezza di uno, per esempio, Lamprocapnos spectabilis, molto più conosciuto con il nome di cuore sanguinante?


Questa e altre specie producono ciò che abbiamo classificato o etichettato come raro. Sono quelli che hanno forme curiose, che attirano la nostra attenzione, e quindi spesso vogliamo coltivarli nelle nostre case. Ora, quali sono i loro nomi?


Indice


Cespuglio di fiamma (Calliandra tweedii)

Calliandra produce fiori rari


Il cespuglio di fiamma, o come è anche conosciuto come plumerillo rosso, è una pianta arbustiva con un abito rampicante originaria del Brasile e dell'Uruguay. La sua altezza è di 5 metri, e le sue foglie sono composte da numerose piccole pinne verde scuro. I padiglioni sono composti da un gran numero di stami di un sorprendente colore rosso e spuntano in primavera.


Crescerà senza problemi in luoghi di clima caldo, in pieno sole, e con terreni con un pH acido o neutro. Non tollera la calce e il gelo.


Baby warmblood (Anguloa uniflora)

Immagine – Wikimedia/Zanerappa

Sulle montagne delle giungle e delle jungle dalla Colombia al Perù vive un'orchidea terrestre che, pur non avendo un nome popolare conosciuto, potrebbe benissimo essere chiamata «bambina protetta». È una pianta che sviluppa uno pseudobulbo, da cui crescono 2-3 foglie decidue lanceolate verde scuro. Quando questi cadono in estate, produce un'infiorescenza lunga fino a 25 centimetri

composta da brattee arrotondate di colore giallastro e molto profumate.

È una delle orchidee più grandi che vivono sul terreno, dato che può misurare fino a 40 centimetri di altezza

. È anche uno di quelli che preferiscono i climi più freschi (non freddi), quindi può vivere in zone dove il clima è subtropicale (temperature medie annuali di 18 º C, con un massimo di 30 º C e minimo di -1 º C).

Dragonmouth (Antirrhinum majus)

Immagine – Wikimedia/Jim Evans Immagine – laajalaIl cuore sanguinante è il fiore di una pianta tropicale. Il fiore del bacio è rosso e molto curioso.

La bocca di Snapdragon o antirrhinum è un'erba erbacea, solitamente biennale, originaria della regione mediterranea dell'Europa. Sviluppa fusti dritti o leggermente ascendenti con un'altezza massima di 2 metri. Il secondo anno dopo la semina produce raggruppati in grappoli, ognuno dei quali è molto curioso, perché quando viene schiacciato si apre e si chiude come se fosse davvero una bocca

. Ora, se guardiamo i suoi frutti possiamo prendere una sorpresa più grande, poiché sono abbastanza simili a un teschio.

In cultura è molto grato, a condizione di averlo all'aperto e ricevere il sole diretto, se possibile, durante tutto il giorno. Annaffiatela di tanto in tanto per mantenerla idratata, e non dimenticate di concimarla con un fertilizzante per piante da fiore per stimolarne la fioritura.


Cuore sanguinante (Lamprocapnos spectabilis)


Tacca chantrieri in un giardino


La pianta conosciuta come cuore sanguinante è un arbusto originario dell'Asia orientale che cresce fino a un'altezza di 70 centimetri. Le sue foglie sono sempreverdi e composte da pinne o foglioline verdi. Ma senza dubbio la sua parte più attraente sono le sue foglie, che appaiono in primavera e possono durare fino all'autunno

. Sono a forma di cuore, rosa, magenta o bianco, e misurano 3-5 centimetri.

Deve essere tenuta in penombra, anche se se il clima è molto caldo, come il Mediterraneo per esempio, è preferibile averla in ombra. Il terreno deve essere acido e avere un buon drenaggio. Inoltre ha bisogno che l'umidità ambientale sia alta, così come di irrigazioni frequenti.



Resistente fino a -4ºC.


Fiore che bacia (Psychotria elata)

Vista della pianta Passiflora edulis 'Flavicarpa'.

Immagine – Wikimedia/IROZ


Il fiore baciatore è un arbusto tropicale originario dell'America centrale e meridionale. Raggiunge un'altezza da 1 a 3 metri, con foglie verdi semplici. Quando fiorisce, fiorisce in modo tale che le sue brattee – foglie modificate che svolgono la stessa funzione dei petali – assomigliano a labbra umane. Ma c'è di più: dal centro di queste labbra emergeranno quelle vere, che sono bianche.


Purtroppo, questa specie è in grave pericolo di estinzione. È anche molto delicata nella coltivazione, poiché non tollera il freddo e richiede un'alta umidità durante tutto l'anno. Il suo nome scientifico è Palicourea elata, ma è accettato come sinonimo Psychotria elata.


Fiore di pipistrello (Tacca chantrieri)

La Protea nitida è un arbusto che produce fiori tondi gialli.

Immagine – Wikimedia/Ronincmc


Il fiore di pipistrello è una pianta erbacea che vive nelle foreste pluviali del sud-est asiatico. Ha grandi foglie verde brillante, che sono senza dubbio molto belle, ma quando fiorisce è uno spettacolo da vedere. Le sue foglie hanno una forma che ricorda quella di un pipistrello. Questi sono larghi 30 centimetri, e ha lunghi baffi lunghi fino a 71 centimetri su ogni lato. L'altezza totale della pianta è di circa 50 centimetri.


È una pianta molto esigente, che ha bisogno di un clima tropicale umido per vivere, dove la temperatura minima è di 4'5ºC o più. All'interno ha bisogno di luce (non luce diretta) e alta umidità.


Frutto della passione (Passiflora edulis)



Il frutto della passione è una pianta erbacea rampicante sempreverde alta 10 metri, originaria dell'America tropicale, che viene coltivata sia per i suoi frutti che per la sua frutta. I primi possono misurare fino a 10 centimetri di diametro, anche se nel suo habitat naturale è normale che non superino i cinque centimetri. Questi sono bianchi e hanno toni rosa o rossastri. Per quanto riguarda questi ultimi, sono bacche arrotondate adatte al consumo.


Quando si tratta di coltivarlo bisogna metterlo in pieno sole o in penombra, e annaffiarlo più volte alla settimana, soprattutto durante l'estate. Resiste al freddo, ma se ci sono delle gelate, anche se sono deboli, bisogna proteggerla.


Protea (Protea nitida)


Immagine – Wikimedia/Andrew massyn


La Protea nitida è un albero sempreverde che vive in Africa, in particolare nel Capo. Cresce tra i 5 e i 10 metri di altezza e ha una corona arrotondata con foglie allungate di colore blu-verde. Le sue foglie si riuniscono in grandi teste, fino a 10 centimetri di diametro, e sono molto particolari perché sembrano quasi una spazzola rotonda. Queste sono gialle e producono nettare.


Ha bisogno di un clima caldo per vivere, quindi non è consigliabile coltivare in luoghi dove c'è il gelo. Inoltre, ha bisogno di essere esposto alla luce diretta del sole e di un terreno che drena rapidamente l'acqua.


Quale di queste rarità ti piace di più?

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *