brachychiton rupestris

7 Alberi a forma di bottiglia e la loro cura

Glialberi a forma di bottiglia sono piante che, per distinguersi, è meglio piantare da sole, circondate da altre piante a crescita bassa. Inoltre, bisogna dire che resistono molto bene alla siccità; infatti, se hanno tronchi spessi è proprio perché si sono evoluti per usarli come deposito d'acqua. Grazie a questo, possono andare per settimane senza reidratarsi.


Vuoi sapere i loro nomi? Alcuni li conoscete, ma altri vi sorprenderanno. Tuttavia, sono tutte piante che, quando le condizioni lo permettono, sono belle in giardino.

Adansonia grandidieri


Immagine – Wikimedia/Bernard Gagnon


Questo è il baobab del Madagascar, e il più popolare del genere. È caratterizzato da un'altezza fino a 30 metri, anche se sono stati trovati esemplari di 40 metri. Il suo tronco misura fino a 3 metri di diametro e ha pochi rami. Le foglie sono composte da 6 a 9 foglioline verde-bluastro, e cadono nella stagione secca (o se coltivate in climi temperati, in autunno-inverno). Fiorisce in primavera-estate, producendo fiori bianchi.


Se parliamo della sua coltivazione, è una pianta molto esigente: ha bisogno di un terreno leggero, che drena rapidamente l'acqua, e di sole diretto. Bisogna anche tenere presente che deve essere annaffiato molto poco, solo quando il terreno è completamente asciutto. Non tollera affatto il freddo, quindi avrà bisogno di protezione dal gelo.


Brachychiton populneus


Immagine – Flickr/John Tann


Conosciuto come albero bottiglia, è una specie di albero sempreverde o semi-sempreverde originario dell'Australia. Raggiunge un'altezza di 10-12 metri, ha un tronco liscio che si allarga alla base. Le foglie hanno forme variabili: possono essere semplici o lobate. I suoi fiori sono piccoli, biancastri all'esterno e rosa all'interno.


Ha un tasso di crescita rapido e può vivere senza problemi in terreni poveri. Resiste molto bene alla siccità e alle gelate fino a -4ºC.


Brachychiton rupestris


Immagine – Wikimedia/Adam.J.W.C.


Mi piace chiamarlo il baobab australiano, perché il suo tronco è molto simile. Il suo nome comune è in realtà Queensland bottle tree, ed è un albero sempreverde che cresce fino a 20 metri di altezza. Il suo tronco può essere molto spesso, fino a 1 metro di diametro.


Cresce in terreni ben drenati, con o senza ricchezza nutrizionale, e in luoghi esposti al sole. Può sopportare temperature fino a -2ºC senza subire danni.


Ceiba insignis


Immagine – Wikimedia/Michel Chauvet


La Ceiba insignis è un albero deciduo endemico della Bolivia e del Perù che cresce da 4 a 18 metri di altezza. Il suo tronco si allarga alla base ed è pesantemente armato di spine. Le foglie sono verdi, con 5-7 foglioline, e decidue. In primavera produce fiori giallo crema.


In coltivazione è una pianta che ha bisogno di essere in pieno sole, e in terra piuttosto che in un vaso, anche se durante la sua giovinezza sembra molto bella in un contenitore. Richiede irrigazioni di tanto in tanto, tenendo sempre presente che sostiene meglio la siccità che il encharcamiento. Supporta fino a -4ºC.


Ceiba speciosa/Chorisia speciosa

È conosciuto come palo borracho o palo rosado, ed è un albero deciduo originario del Sud America. Raggiunge un'altezza di 10-25 metri e il suo tronco si allarga nel terzo inferiore. Di solito è protetto da robuste spine, anche se a seconda dell'esemplare e se si tratta di un ibrido o meno, è possibile trovare esemplari con poche o nessuna spina. I suoi fiori sono rosa, con un alto valore ornamentale.


Ama le esposizioni soleggiate e i terreni sabbiosi, ben drenati. Cresce ad un buon ritmo e resiste alle gelate fino a -4ºC.


Pachypodium lamerei


Immagine – Wikimedia/H. Zell


Pachypodium lamerei è un albero succulento originario del Madagascar. Raggiunge un'altezza di 10 metri, anche se in coltivazione raramente supera gli 8 metri. Il suo tronco è coperto da numerose spine taglienti e i suoi pochi rami hanno foglie allungate e caduche. Produce fiori bianchi e molto aromatici.


Come gli altri alberi a forma di bottiglia, richiede un terreno sciolto con un buon sistema di drenaggio dell'acqua. Può essere coltivato in vaso, con un substrato come la pomice o simili. Per quanto riguarda la sua resistenza, resiste bene al freddo, ma se c'è il gelo nella vostra zona dovete proteggerla.


Pseudobombax ellipticum


Immagine – Wikimedia/Michel Chauvet


Lo Pseudobombax ellipticum è un albero deciduo originario delle foreste pluviali subtropicali dal Messico al Nicaragua. Può raggiungere un'altezza fino a 30 metri, anche se in coltivazione è difficile che superi i 10 metri. Il suo tronco è spesso, misura fino a 1,5 metri di diametro e non ha spine. Le foglie sono grandi, palmate, in modo che diano molta ombra. Inoltre, produce fiori bianchi.


Nei climi tropicali e subtropicali cresce ad un buon ritmo; anche nei climi temperato-caldi come il Mediterraneo può crescere ad un ritmo di 80 cm/anno (lo so per esperienza personale), purché venga annaffiata regolarmente in estate. Resiste al freddo, così come alle gelate occasionali fino a -2ºC.


Quale di questi alberi a forma di bottiglia ti è piaciuto di più?


Alberi a forma di bottiglia

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *