flores del jacaranda

Guida alla cura degli alberi di Jacaranda

I fiori della jacaranda sono viola.


Immagine – Wikimedia/Bidgee


La jacaranda è uno spettacolare albero da fiore ampiamente utilizzato nei giardini e per decorare le strade di città e paesi. Crescendo fino a un'altezza massima di 20 metri, è ideale per proteggersi dal sole durante l'estate.


È anche molto riconoscente, potendo vivere sia in climi tropicali che temperati. Volete sapere come prendersi cura dell'albero di jacaranda?

Origine e caratteristiche dell'albero di jacaranda


La jacaranda è un albero ornamentale.


Prima di entrare nell'argomento, è interessante conoscere un po' la sua origine e le sue caratteristiche principali, perché ci può aiutare a prenderci cura di lui. Bene, il nostro protagonista è un albero deciduo o semideciduo originario del Sud America che raggiunge un'altezza di 12-15 metri, anche se può raggiungere i 20 metri.


Il suo tronco ha una forma un po' contorta, misura da 6 a 9 metri di altezza e ha uno spessore di circa 40-70 centimetri. La corona può essere ad ombrello, altre piramidale, ma mai densa. Le foglie sono bipennate, con una lunghezza da 30 a 50 centimetri, di colore verde. I fiori appaiono in primavera, raggruppati in pannocchie terminali di 20-30 centimetri, e di colore blu violetto. I frutti sono capsule legnose di circa 6 centimetri che contengono semi alati.


Di quali cure ha bisogno l'albero di jacaranda?


Se vuoi sapere come prendertene cura, segui i nostri consigli:


Posizione


Affinché il tuo albero di jacaranda cresca sano e forte, è necessario collocarlo in una zona dove possa svilupparsi senza problemi. In questo senso, è importante sapere che le sue radici potrebbero sollevare i marciapiedi, quindi dovrebbe essere piantato ad almeno 10 metri di distanza da qualsiasi tipo di costruzione e sistema di irrigazione.


Bisogna anche tener presente che può svilupparsi in modo eccellente solo se riceve la luce diretta del sole, se possibile, tutto il giorno. E se il vento soffia molto nella tua zona, è una buona idea legarlo a un palo per evitare che le forti correnti d'aria lo danneggino, soprattutto se è un albero giovane.


Irrigazione


L'albero di jacaranda ha bisogno di annaffiature frequenti, soprattutto durante l'estate e/o se il clima è già molto secco. Deve essere annaffiato ogni 3-4 giorni in estate, e ogni 5-6 giorni il resto dell'anno. Qualsiasi tipo di acqua può essere usato per questo, ma si raccomanda di cercare sempre di innaffiare con acqua piovana o, se questo non è possibile, riempiendo un secchio e lasciandolo riposare durante la notte.


Fertilizzazione di


Se parliamo di concimazione, dalla primavera all'estate (o autunno se il clima è mite, senza gelo), si può concimare con concimi liquidi minerali o organici, come guano, estratto di alghe, ecc., seguendo le raccomandazioni descritte sulla confezione del prodotto che abbiamo acquistato.


Moltiplicazione

I frutti della jacaranda sono legnosi.

Immagine – Wikimedia/Philmarin


La jacaranda si moltiplica per semi in primavera (si può anche moltiplicare in autunno se il tempo è mite), seguendo questo passo per passo:



  1. Per prima cosa, riempite un vassoio per piantine o vasi di circa 10,5 cm di diametro con un substrato universale mescolato con il 30% di perlite o simili.

  2. Poi, innaffiare abbondantemente, bagnando bene tutto il substrato.

  3. Poi metti un paio di semi sulla superficie del substrato, assicurandoti che siano separati l'uno dall'altro. Non si devono mettere altri semi, altrimenti c'è il rischio che alcuni di essi muoiano.

  4. Poi cospargere un po' di polvere di rame o zolfo sopra i semi per evitare che i funghi li danneggino e coprirli con un sottile strato di compost.

  5. Infine, mettete il semenzaio all'esterno in pieno sole.

Mantenendo il substrato umido ma non inzuppato d'acqua, germineranno in circa 15-20 giorni.


Parassiti


È abbastanza resistente in generale, ma i fiori e i nuovi germogli sono vulnerabili agli afidi. Sono insetti minuscoli, circa 0,5 cm, verdi, gialli, marroni o neri, che si nutrono della linfa delle piante.


Sono più comuni nelle primavere e nelle estati calde e secche, quindi è durante queste stagioni che dovreste tenere d'occhio la vostra jacaranda. Se ce ne sono, trattateli con terra diatomacea, o se preferite con una trappola gialla appiccicosa (in vendita qui).


Malattie


Sensibile ai funghi se annaffiato eccessivamente. Bisogna evitare le annaffiature eccessive e i ristagni d'acqua.


Potatura


Non è necessario. Man mano che cresce, l'albero acquisisce la sua tipica forma globosa, abbastanza ampia da dare un'ottima ombra.


Resistenza


La Jacaranda mimosifolia resisteallegelate fino a -7ºC. A seconda di quanto è freddo l'inverno e di quanto è esposto al vento, può perdere tutte le sue foglie o solo alcune.


Per esempio, nelle zone in cui la temperatura minima annuale è di 2 gradi, è probabile che perda solo poche foglie.


La jacaranda è un bellissimo albero da giardino.


Cosa pensavi dell'albero di jacaranda? Sapevi che era un albero così bello? Se siete incoraggiati ad averne uno, vi diciamo solo che speriamo che vi piaccia la vostra pianta 😉 .

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *